In Piazza del Popolo 4 gatti per Gualtieri. Fate il paragone con una settimana fa

piazza del popolo, piazze a confronto

Piazza del Popolo una settimana fa, con le persone che protestavano contro il green pass. La stessa piazza, ieri, per il comizio conclusivo per Roberto Gualtieri, candidato sindaco del centrosinistra. Un parallelo che non ha bisogno di parole, di commenti o di inutili arzigogoli.

La verità è che c’è un mondo scollato dalla realtà, arroccato nelle sue consorterie. Nei salotti, nei palazzi del potere, nelle redazioni dei giornali. Un mondo che la piazza ha rinnegato. Ed è troppo comodo etichettare come fascisti tutti quelli che protestano. Caro Gualtieri, cari Letta e Zingaretti, guardate le foto a confronto e fatevi due domande. E forse dovete anche essere grati al Tg2 che ieri non ha mandato un servizio sui quattro gatti di piazza del Popolo, riuniti per il comizio del candidato a sindaco di Roma.

piazza del popolo il 9 ottobrepiazza del popolo ieri

Piazza del Popolo: l’arroganza del Pd contro il Tg2

«Non sono stati il Tg1 e il Tg2 a oscurare Gualtieri, come lamentato dal gruppo Pd in Vigilanza Rai, ma il segretario Letta, che ha scelto Torino per chiudere la campagna elettorale. Forse più che i canali, occorre sintonizzare meglio le correnti. Tra l’altro il Tg2 aveva un inviato per seguire Letta…». Con queste parole, Massimiliano Capitanio, deputato Lega e capogruppo in Vigilanza Rai, zittisce i piagnistei della sinistra romana.

“Non sorprendono le dichiarazioni degli esponenti del PD che, con la loro consueta arroganza, protestano contro il Tg2 reo di non aver mandato in onda le immagini della manifestazione di Gualtieri. Ci domandiamo dove fossero questi stessi parlamentari quando Enrico Letta, da candidato a Siena, andava in onda a reti unificate tutte le sere. Ricordo che il Tg2, a differenza degli altri tg, ha sempre dato spazio a tutte le forze politiche. Certo, se poi Valeria Fedeli e gli altri piddini si aspettano che il Tg2 abbia con loro lo stesso trattamento che ha il Tg3, allora capisco meglio le loro proteste”. Lo dichiara Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia e componente della commissione di Vigilanza RAI.

 

Per approfondire