In ulteriore calo i nuovi vaccinati: nonostante l’obbligo e il green pass…

no vax medici

Nell’ultima settimana si registra un ulteriore calo dei nuovi vaccinati. 59.033 rispetto ai 111.002 della settimana precedente (-46,8%). Di questi il 33,2% è rappresentato dalla fascia 5-11: 19.628, in netta flessione rispetto alla settimana precedente, con un -57,1%. Lo evidenzia il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. Nonostante l’obbligo vaccinale e l’entrata in vigore dell’obbligo di green pass rafforzato sui luoghi di lavoro, tra gli over 50 il numero di nuovi vaccinati scende ulteriormente, attestandosi a quota 15.255 (-44% rispetto alla settimana precedente). In continuo calo anche le fasce 12-19 e 20-49 anni. Al 23 febbraio, nella fascia 5-11 anni sono state somministrate 2.237.469 dosi. 1.345.960 hanno ricevuto almeno 1 dose di vaccino (di cui 1.056.205 hanno completato il ciclo vaccinale).

Vaccinazioni, dati non sempre chiari

Con un tasso di copertura nazionale del 36,6% e nette differenze regionali: dal 19,8% della Provincia autonoma di Bolzano al 53,1% della Puglia. Intanto si apprende che sono 7,07 milioni agli italiani che, al 22 febbraio, non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino. Di cui 2,17 milioni guarite da Covid-19 da meno di 180 giorni e pertanto temporaneamente protette. In altri termini, le persone attualmente vaccinabili sono circa 4,9 milioni, un dato che tuttavia non tiene conto delle esenzioni di cui non si conosce il numero esatto.

Oltre tre milioni di over 12 non hanno neanche la prima dose

Sono 3.232.513 milioni gli over 12 in Italia che non si sono sottoposti alla prima dose di vaccino anticovid, secondo il report settimanale diffuso dalla struttura commissariale all’emergenza coronavirus, guidato dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Nella fascia 5-11 anni sono 1.615.397 i non vaccinati, pari al 44,18% del totale.

Per approfondire