Isabella Rauti in Kosovo incontra il contingente militare italiano: “Balcani quadrante strategico”

rauti kosovo (2)

Il sottosegretario alla Difesa e senatrice di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, ha incontrato oggi in Kosovo il contingente militare italiano della missione Nato Kfor. L’occasione era l’avvicendamento al Comando del Regional Command West, tra il reggimento Piemonte cavalleria (2°) della Brigata alpina “Julia” e il 9° reggimento alpini della Brigata alpina “Taurinense”. La visita coincide con un momento di particolare importanza per la stabilità dell’area. Contemporaneamente, a Trieste, si teneva la conferenza “L’Italia e i Balcani Occidentali: crescita e integrazione”. “A tutti voi, cavalieri e alpini, porto il saluto del governo, della Difesa e mio personale. L’Italia è orgogliosa di voi perché la vostra presenza contribuisce a mantenere la sicurezza e la stabilità in Kosovo.

Rauti al Villaggio Italia e al quartier generale di Pristina

Siete impegnati in prima linea – ha continuato Rauti -, a contatto con la popolazione, le istituzioni locali, le organizzazioni nazionali ed internazionali, i rappresentanti delle diverse etnie e religioni presenti sul territorio”. Lo ha detto Rauti salutando i militari di Camp Villaggio Italia. Al termine della cerimonia il Sottosegretario ha raggiunto il quartier generale Nato di Pristina e il Comando della Missione Nato Kfor, dove è stata accolta dal Comandante di Kfor, il Generale di Divisione Angelo Michele Ristuccia. Durante l’incontro con la rappresentanza militare italiana, il Sottosegretario ha sottolineato come i Balcani siano “un quadrante strategico per l’equilibrio geopolitico globale”. Aggiungendo che “il Governo rivolge particolare attenzione a questa regione e al Kosovo.

L’Italia impegnata per il colloquio tra Serbia e Kosovo

Perché qui l’Italia, da sempre, svolge un ruolo importante per garantire la pace e la sicurezza internazionale, nell’ambito della Nato, dell’Unione europea, dell’Onu”. “Stiamo lavorando a tutti i livelli, affinché il dialogo tra Kosovo e Serbia sia proficuo e si possa raggiungere un accordo”, ha detto Rauti, “Voi che rappresentate e servite l’Italia, sotto l’egida della NATO, siete impegnati sul terreno, in una missione delicata e strategica, finalizzata a garantire sicurezza e stabilità in tutta la regione balcanica”.

Per approfondire