La destra vince anche in Argentina, Milei: “Inizia ora la ricostruzione del Paese”

argentina milei

“Oggi inizia la ricostruzione dell’Argentina”. Così il neo eletto presidente del Paese sudamericano, Javier Milei, dopola vittoria su Sergio Massa al ballottaggio. Nel discorso al quartier generale della sua campagna elettorale a Buenos Aires, mentre i suoi sostenitori si riversavano nelle strade della capitale sventolando le bandiere argentine, Milei ha affermato che “non c’è spazio per mezze misure”, sottolineando che “abbiamo problemi enormi davanti a noi: inflazione, disoccupazione e povertà”. “Il modello di decadenza è arrivato al termine, non si può tornare indietro”, ha proseguito il neo eletto presidente che ha ottenuto il 56% dei voti, il margine di vittoria più ampio in una corsa presidenziale da quando il Paese sudamericano è tornato alla democrazia nel 1983.

Trump si congratula con Milei: “Sono molto fiero”

Donald Trump si è congratulato con Milei, che molti osservatori hanno accostato politicamente proprio all’ex presidente americano. “Congratulazioni a Javier Milei per la grande corsa alla presidenza dell’Argentina. Tutto il mondo stava guardando. Sono molto fiero di te. Trasformerai il tuo Paese e davvero renderai di nuovo grande l’Argentina”, ha scritto Trump sul social Truth, adattando al Paese sudamericano lo slogan della sua campagna elettorale del 2016 (Make America Great Again). Anche l’ex presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, si è congratulato con il popolo argentino per la vittoria alle presidenziali di Javier Milei. “La speranza torna a splendere in Sudamerica”. “La prosperità è in arrivo per l’Argentina”. Così sul social X anche Elon Musk”.

Chi è Javier Milei

Milei, anarco populista libertario di estrema destra, è noto come El Peluca (il Parrucca) per la sua folta chioma. E’ solito brandire una sega elettrica ai comizi per far vedere come intende sfoltire il bilancio dello Stato. Nato a Buenos Aires da una famiglia modesta discendente da italiani, Milei è stato a lungo un docente universitario di macroeconomia. Nel 2014 ha cominciato ad apparire regolarmente in programmi televisivi e radiofonici. Prima attaccava il presidente conservatore Mauricio Macrì, poi ha preso di mira il successore peronista Alberto Fernandez. E nel 2021 è stato eletto deputato. Affine a Trump e all’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro, ha partecipato a eventi di Vox in Spagna. Milei si dichiara nemico giurato della casta politica.

Per approfondire