La Ferragni alla cultura al posto di Franceschini. La ‘Storaciata’ piace anche alla Maglie

Potrebbero nominare ministro della Cultura Chiara Ferragni. È meglio di Franceschini. La ‘Storaciata’ dell’altro giorno sul Tempo ha colto nel segno. Dopo che la blogger e influencer più famosa di casa nostra ha deciso di passare le vacanze in Italia. Per contribuire al rilancio dell’immagine del nostro Paese. Ed attrarre nuovi visitatori. Sconfiggendo la crisi e anche la paura del coronavirus. E la puntata della Ferragni ai Musei Vaticani è stata un vero e proprio crack. Visionata da milioni di visitatori, perché i follower di Chiara sono un numero impressionante in tutto il mondo. Così Francesco Storace fresco di nomina come vice direttore del Tempo non si è fatto sfuggire l’occasione. E nella sua rubrica ha lanciato la provocazione. Una blogger ministro della Cultura, perché no? Certo la nomenklatura del politicamente corretto avrà arricciato il naso. Chiedendosi quante lauree o quali master abbia nel palmares questa ragazza. Ma in termini di pil, quanto può valere uno spot per l’Italia capace di produrre milioni di clic? Tanto i ministri hanno i loro staff. E si possono circondare di tutti i professoroni che vogliono. Chiaro, siamo nel campo della provocazione. Che però è piaciuta a molti. Tra i quali la giornalista Maria Giovanna Maglie. Che ha voluto rilanciare la ‘Storaciata’ con un suo tweet.

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/23931549/maria-giovanna-maglie-chiara-ferragni-ministro-cultura-posto-dario-franceschini-ha-ragione-francesco-storace.html

La Ferragni porta visitatori agli Uffizi. E i parrucconi della cultura si scandalizzano. Maria Giovanna Maglie in un tweet da’ ragione a Storace

Maria Giovanna Maglie non ha dubbi. E affida il suo pensiero ad un tweet. Chiara Ferragni ministro della cultura andrebbe benissimo. Proprio come provocatoriamente proposto sul Tempo da Francesco Storace. Almeno porterebbe turisti per riempire tutti i nostri musei. E le città d’arte. Che purtroppo dopo la pandemia di coronavirus rimangono ancora tristemente vuote. Ma quanto ha ragione Storace a sfottere i parrucconi della cultura? Attacca la Maglie. Tutti frementi di indignazione perché una influencer porta visitatori in un centro d’Arte di importanza mondiale come gli Uffizi. Purezza delle Élite e musei vuoti? Grazie, no. Questo il commento della ex giornalista del Tg 2 che attualmente cura una rubrica su Dagospia. E che ha già fatto scandalizzare in passato il giornalismo dell’establishment più conformista. Come quando ha attaccato Greta Thumberg. O ha scelto di schierarsi con il leader della Lega Salvini nel 2016. Fino alla recentissima conduzione a Piazza del Popolo della manifestazione unitaria del centrodestra. Così adesso è assolutamente naturale che la Maglie plauda a Storace e attacchi Franceschini. D’altronde la crisi del turismo parla chiaro. E proprio su 7Colli pochissimi giorni fa si era invocato il nome della Ferragni per impedire la chiusura dello storico Hotel Raphael. Quello di Craxi e le monetine certo. Ma anche un patrimonio storico della Capitale. Insomma, provocazione o meno non resta che invocare un coro. Ferragni, pensaci tu. Storace e la Maglie per te ministro farebbero follie.

https://www.google.it/amp/s/www.iltempo.it/politica/2020/07/21/news/chiara-ferragni-galleria-uffizi-mariagiovanna-maglia-piace-storaciata-23932597/amp/

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *