La grande bellezza italiana: abbiamo 871 aree protette, patrimonio inestimabile

aree protette

In Italia esistono 871 aree protette, per un totale di oltre 3 milioni di ettari tutelati a terra (21%), circa 2.850.000 ettari a mare (16%) e 658 chilometri di costa. Ci sono 24 Parchi Nazionali, 135 Parchi Regionali, 147 Riserve Naturali Statali, 32 Aree Marine Protette, oltre 360 Riserve regionali e una vasta rete di siti protetti la maggior parte dei quali rientranti nella Rete Natura2000 (fonte Federparchi). I parchi nazionali coprono quasi 1,5 milioni di ettari a terra e 71mila a mare. Le Aree marine protette (29 in senso stretto) hanno un’estensione di circa 222mila ettari. A esse occorre aggiungere due parchi sommersi e il Santuario internazionale dei mammiferi marini, con altri 2,5 milioni di ettari protetti, per un totale di 32 Aree marine protette (dati del VI aggiornamento dell’Elenco Ufficiale delle Aree protette).

La metà dei comuni italiani ricade in un’area protetta

Un patrimonio naturalistico inestimabile: in Italia ci sono 820mila ettari di boschi e foreste nei Parchi italiani che svolgono funzioni ecosistemiche fondamentali. Fra queste l’assorbimento di 145 milioni di tonnellate di CO2 eq/anno. Sono 502 (6,3% su 8mila) i Comuni interessati dai soli 24 Parchi Nazionali, mentre più della metà dei Comuni italiani (4166 su 8093) ricadono all’interno di un’Area naturale protetta; tra questi il 68% dei “piccoli Comuni”. Federparchi-Europarc Italia è la Federazione italiana dei parchi e delle riserve naturali, associazione di promozione sociale che riunisce gli enti gestori delle aree protette italiane. Federparchi si impegna per l’attuazione di una forte politica nazionale del settore e per il rafforzamento del sistema delle Aree naturali protette, sia per la biodiversità che per lo sviluppo sostenibile.

La valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico

Oltre a rappresentare le aree protette nei rapporti con le istituzioni (Ue, Stato, Regioni, enti locali) e con gli altri soggetti pubblici e privati, si occupa anche di azioni di conservazione, valorizzazione e promozione del patrimonio naturalistico e culturale nazionale e internazionale. Partecipando, spesso come capofila, a progetti nazionali e comunitari. Poi coordinando attività di studio e di ricerca scientifica. E organizzando campagne di sensibilizzazione, convegni e seminari di approfondimento. La Federazione è inoltre impegnata nel favorire diffusione della Carta Europea del Turismo Sostenibile (Cets) e nel favorire le buone pratiche in termini di governance, in particolare attraverso la diffusione della Green List della Iucn.

Per approfondire