La Lega propone di istituire l’albo professionale per i dog sitter: sono decine di migliaia

dog sitter

E’ ora di pensare all’albo professionale dei dog sitter. In Italia sono 14.209.365 gli animali entrati nelle nostre case, perlomeno quelli registrati all’Anagrafe degli animali d’affezione gestita dal Ministero della Salute. I cani, ad oggi, risultano essere 13.241.120. Nel Lazio gli iscritti all’anagrafe canina sono 1.116.995 esemplari, ed è tra le regioni che ne conta di più. Sono cifre che fotografano l’accoglienza degli amici a quattro zampe nelle famiglie italiane. Numeri in crescita, secondo recenti indagini, in proporzione all’aumento di sensibilità verso l’universo pet. Di conseguenza, si moltiplicano su tutto il territorio italiano anche le richieste di servizi da parte di dog sitter: sta, infatti, prendendo sempre più piede l’attività di professionisti che si occupano della cura dei cani di famiglia.

I dog sitter sono aumentati moltissimo negli ultimi anni

“Negli ultimi anni ha conosciuto un notevole sviluppo la figura dell’operatore di attività di addestramento, ludico-educative e custodia degli animali da affezione. Tanto che secondo le stime di alcune associazioni attive nel settore della difesa degli animali si calcola la presenza di circa 54.000 operatori, meglio noti come dog sitter. Solo nel Comune di Roma se ne contano circa 3.500”. Lo dice all’Adnkronos il consigliere regionale della Lega Laura Corrotti, vicepresidente della Commissione Bilancio in Regione Lazio. Corrotti ha lanciato una proposta di legge per l’istituzione dell’elenco regionale dei dog sitter. “La professione di dog sitter pur essendo riconosciuta come forma di lavoro, essendo presente nei codici Ateco, non ha ancora una tutela giuridica.

Tutelare il benessere degli animali

Tutela che possa salvaguardare sia la tutela del benessere degli animali che i proprietari e i veterinari. La presente proposta di legge intende istituire un elenco regionale dei dog sitter in modo da fornire ai proprietari i nominativi di operatori formati professionalmente”, spiega Corrotti. “Istituendo un elenco regionale dei dog sitter, si valorizzano non solo le competenze dei soggetti che svolgono attività di assistenza degli animali da affezione. Ma, al contempo, si garantisce la tutela ed il benessere degli animali attraverso un possesso responsabile”, aggiunge Corrotti.

Proposta di legge regionale della Lega

L’elenco è teso a definire chi può iscriversi, le modalità di gestione, gli aggiornamenti e un apposito regolamento. “La proposta presentata in Consiglio regionale è una legge che mi auguro riceva pareri positivi trasversali, sono convinta che questa legge possa davvero essere una possibilità per tutta la Regione Lazio per diventare uno dei precursori in quello che può essere definito, sotto ogni aspetto, un innovamento in questo campo che viene atteso da tempo”, conclude Corrotti.

Per approfondire