“La pandemia arretra…” Ma quando mai? 180mila contagi, 373 morti e positività al 16 per cento

coronavirus ambulanza (2)

Sono +179.106 i nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore e 373 i morti. E’ quanto emerge dal bollettino aggiornato sull’emergenza coronavirus. I positivi attuali sono in totale 2.695.703 persone e in isolamento domiciliare ci sono 2.674.511 persone. Da ieri sono stati effettuati 1.117.553 tamponi in più e il tasso positività è al 16%.

Anche nel Lazio aumentano contagi, morti e ricoveri

Oggi nel Lazio, “su 22.501 tamponi molecolari e 78.377 tamponi antigenici per un totale di 100.878 tamponi, si registrano 15.314 nuovi casi positivi (+1.891); sono 26 i decessi (+11), 1.946 i ricoverati (+31), 207 le terapie intensive (+5) e +5.161 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,1%. I casi a Roma città sono a quota 7.916”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per Covid-19 con i direttori generali di Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico bambino Gesù. “Il Lazio ha il valore Rt più basso d’Italia (0.64), segnale incoraggiante che potrebbe indicare una inversione di tendenza”, evidenzia.

Giovane donna non vaccinata muore a Roma

“Il decesso della giovane donna non vaccinata in gravidanza è un campanello di allarme. E’ importante, come consigliano le società scientifiche, vaccinarsi anche in gravidanza”. Così l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano commenta il decesso all’Umberto I di Roma di una ragazza di 28 anni in stato di gravidanza colpita da polmonite Covid.

Per approfondire