La pandemia sembra rallentare. I medici: “il virus è fortemente sottostimato, ecco perché”

contagi covid tamponi

Sono 31.703 i nuovi casi di coronavirus e 145 i morti in 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio. I tamponi processati, tra molecolari e antigenici, sono 201.509 che fanno rilevare un tasso di positività pari al 15,7%. Calano i ricoverati in terapia intensiva, che sono 321, 10 in meno di ieri, e i ricoveri ordinari, 8.592 in totale e 224 in meno di ieri.

Nel Lazio calano tutti gli indicatori

“Oggi nel Lazio, su 4.527 tamponi molecolari e 21.315 tamponi antigenici per un totale di 25.842 tamponi, si registrano 2.415 nuovi casi positivi (-918); sono 10 i decessi (stabili), 893 i ricoverati (-16), 57 le terapie intensive (-1) e +7.038 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,3%. I casi a Roma città sono a quota 1.029”. Lo riferisce l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano. Sono 167.111 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 893 ricoverate, 57 in terapia intensiva e 166.161 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 1.803.558, i morti 11.859, su un totale di 1.982.528 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

I medici: il virus è fortemente sottostimato

“Sul fronte Covid stiamo vivendo una strana estate, con molto sommerso. Osserviamo tantissimi casi, a conferma del fatto che non solo il virus non è scomparso, ma è fortemente sottostimato”. Lo sottolinea all’Adnkronos Salute Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg). “I poco più di 40mila casi di ieri – evidenzia Cricelli – sembrerebbero rassicuranti, ma in realtà non lo sono perché si riferiscono a una popolazione che raramente fa il tampone, soprattutto se persone in ferie, che in ora sono tante. I dati Covid attuali sono quindi falsamente rassicuranti”. “Penso che, se ci fosse tracciamento – conclude – avremmo ancora 70-80mila casi” al giorno. “Tra un mese, un mese e mezzo, capiremo dal numero dei decessi come è andata veramente la pandemia nel mese di agosto”.

Per approfondire