La Polverini ora vuole l’abbraccio con Zingaretti

Polverini Zingaretti

Tutto, pur di non a fare a votare; e così Renata Polverini è pronta all’abbraccio con Zingaretti. Dopo Renzi, Nicola. Senza rendersi conto di quanta esasperazione ci sia nel Paese contro il governo e chi lo sostiene. Ma lei va avanti lo spesso.

La Polverini d’accordo con Zingaretti

“Spero che il centrodestra raccolga l’invito di Zingaretti ad un confronto senza pregiudizi sul futuro del Paese. La proposta avanzata oggi sul ‘Corriere della Sera’ dal segretario del Partito democratico non deve essere sottovalutata perché pone un problema di ‘metodo’, prima ancora che di merito.

Ci sono scelte da fare a fronte degli investimenti -importanti e decisivi- che potranno essere fatti grazie alle risorse che arriveranno dall’Europa e che avranno bisogno di una programmazione e di un orizzonte temporale superiore ad una legislatura”. Lo afferma la deputata di Forza Italia, Renata Polverini.

Poco conta quello che succede…

Che poi ci sia un dettaglio probabilmente irrilevante; ovvero l’assoluta assenza di riferimenti alla polveriera giustizia per l’ex governatrice è probabilmente irrilevante.

“Discutere di una sorta di patto della ‘concordia’ -aggiunge la Polverini – non significa, infatti, condividere la linea di questo o quel governo ma garantire ai mercati, alle imprese, al mondo del lavoro, alle famiglie che le scelte e gli impegni presi su tre o quattro questioni importanti non verranno messi in discussione dall’alternanza naturale dei governi. Fare questa discussione alla luce del sole darebbe più forza all’Italia tutta e rimetterebbe la politica nel ruolo che le compete”.

Ormai sono diventati tutti statisti. Dimenticando che l’alternanza naturale non c’è da tanti e troppi anni. Semmai occorrerebbe invocare elezioni per vincerle, anziché regalare fiato ad un avversario che arranca con proposte giudicate irrilevanti persino dai suoi alleati.

Davvero non si comprende come faccia certa politica ad agire in questa maniera, senza mostrare capacità di ascolto del Paese. Evitate, se potete.

Per approfondire