Arriva la Raggi e stravolge l’ordine degli interventi: Michetti lascia il convegno Cisl (video)

Michetti Cisl convegno

Un improvviso cambio di scaletta, deciso all’ultimo secondo dagli organizzatori del convegno della Cisl ha fatto saltare l’intervento di Enrico Michetti con gli altri candidati a sindaco di Roma.


Il candidato del centrodestra ha infatti abbandonato l’incontro organizzato da Fit Cisl Lazio ‘Rifiuti e mobilità, questioni capitali’, dove sono intervenuti i candidati a sindaco. Michetti è entrato nella sala dell’Auditorium di via Rieti, durante l’intervento di Roberto Gualtieri, ma dopo pochi minuti è andato via non intervenendo alla tavola rotonda.
“Io devo scappare” ha detto il candidato del centrodestra “avevo un altro appuntamento alle 13”. Una defezione importante, che lo stesso Michetti ha motivato ai giornalisti con una nota.

È vero pure che gli organizzatori della Cisl non avevano molto interesse a sentire Michetti. Tra i salamelecchi alla Raggi, “signor sindaco grazie di essere qui” e affettuosità al candidato del Pd, Gualtieri chiamato amichevolmente Roberto dal segretario della Cisl Trasporti, Michetti forse ha capito che stava perdendo tempo. 

Michetti spiega perché ha abbandonato il convegno Cisl


«Ho incontrato – ha spiegato in una nota Michetti – i lavoratori di Atac sia a Piramide che a Termini. La ricchezza più grande di questa città sono le persone che si adoperano ogni giorno per far funzionare la macchina organizzativa. Per questo motivo non potevo farli aspettare per strada. Sono arrivato alle 12.30 ed il mio intervento era previsto per 15’ alle ore 12.45. Alle 13.15 non venivo ancora invitato a parlare quindi mio malgrado sono stato costretto a lasciare l’incontro. Sarà comunque mia cura – ha concluso Michetti – inviare in giornata alla Fit CISL un video sull’argomento rifiuti e servizi locali dei trasporti». 

La prepotenza della Raggi

In effetti, come si vede dalla locandina del convegno, l’ordine era Calenda, Gualtieri, Michetti e Raggi. Tuttavia, la sindaca ha preteso di intervenire per prima, come si vede dal video, dove il moderatore che è costretto a ringraziare la candidata M5s per la disponibilità dimostrata nonostante i suoi numerosi impegni istituzionali. Impegni che aveva anche prima di fissare la scaletta e dare il via libera alla sua presenza. Una prepotenza che, probabilmente, al candidato del centrodestra non deve essere piaciuta.  

 

 

Per approfondire