La Raggi contro il PD, parlano ma non fanno nulla. Mi diano poteri speciali (video)

Virginia Raggi torna a parlare di poteri speciali per lei e per la città di Roma. Era già successo in passato, e la prima cittadina ritorna su un argomento che evidentemente le sta molto a cuore. È successo ieri a margine di una conferenza stampa dove la stessa sindaca insieme all’assessore all’urbanistica Montuori ha presentato due concorsi di architettura. Per il polo civico Flaminio e il mercato rionale di San Giovanni di Dio. Ottime idee, ma forse chiamare delle archistar per rimettere a posto un mercato è perfino eccessivo. E chissà quanto ci vorrà, ma questa è un’altra storia. I giornalisti però più che alle nuove sistemazioni urbane erano interessati al prossimo futuro della Raggi. Ai suoi rapporti difficili con il PD, alleato al governo ma all’opposizione a Roma. Alle ipotesi della prossima nomina di un sottosegretario con delega ad intervenire proprio sui tanti problemi della Capitale. Che rappresenterebbe di fatto un commissariamento per Roma. E la ammissione di un fallimento clamoroso che la Raggi respinge seccamente al mittente. Parlare di un sottosegretario che si occupi della città non ha senso, ha dichiarato ai giornalisti la sindaca. E fa parte dei giochetti della vecchia politica. Servirebbero invece i poteri speciali, come avviene in molte grandi capitali del mondo. Ma i parlamentari dem parlano tanto, e invece questa cosa qui non la propongono mai.
https://www.romatoday.it/politica/video-raggi-poteri-speciali-sindaco-roma.html

Raggi, il PD iniziasse a lavorare. Chiedo i poteri speciali per Roma da quattro anni

Va all’attacco la sindaca Raggi, e non usa mezzi termini quando si tratta di sferrare l’affondo contro il Partito Democratico. Perché le chiacchiere della possibile nomina di un sottosegretario per Roma e del suo conseguente commissariamento di fatto non le sono proprio andate giù. Per quanto riguarda ipotesi di sottosegretari o altre simili ho l’impressione che non siamo sul piano della realtà, ha dichiarato la sindaca. Siamo ai giochi di palazzo e agli accordicchi della vecchia politica. Invece il tema dovrebbero essere i poteri speciali per Roma Capitale. E se davvero questa è l’intenzione di qualche esponente del PD che si riempie la bocca di queste parole, allora i parlamentari dem ci dessero la dimostrazione della loro volontà. E iniziassero a lavorare. Anche perchè adesso siedono al governo e sono nella maggioranza in Parlamento. Parole certo non gentili, che certamente susciteranno altre polemiche. Ma il tema di una grande riforma per Roma resta certamente in campo. E farà parte anche della prossima ed imminente campagna elettorale per scegliere il nuovo sindaco che guiderà la Capitale per i prossimi cinque anni. Sperando che i Romani questa volta scelgano bene. E considerato quanto è successo finora, non sembra che sarà difficile.

Video Roma Today

Pubblicato da Sergio Marchi su Giovedì 27 agosto 2020

 

Per approfondire