La Raggi unisce tutti. Contro le strisce blu a pagamento è rivolta

Per una volta la sindaca di Roma Virginia Raggi è riuscita a mettere quasi tutti d’accordo. Perchè contro il provvedimento che rimette da oggi a pagamento le strisce blu in tutta la città si è sollevata una vera e propria protesta trasversale. In realtà era stata la stessa prima cittadina a sospendere il pagamento della sosta tariffata con l’entrata in vigore del lockdown con una sua ordinanza. Motivata dal fatto che chi usciva erano essenzialmente medici e infermieri. E gente impegnata a garantire servizi essenziali alla collettività. Degli eroi, come più volte è stato detto anche in televisione. Ed era assurdo ringraziare questi cittadini pubblicamente, e poi fargli pagare le strisce blu per parcheggiare l’auto. Anche perchè il trasporto pubblico andava a scartamento ridotto. Analogamente, la Raggi aveva anche aperto i varchi della ZTL, consentendo di rendere più brevi i percorsi da casa al lavoro. Provvedimento che resterà in vigore fino alla fine del mese. Proprio perché l’emergenza non è ancora passata. E chi ricomincia a lavorare va solamente aiutato.

Ma stranamente sulle strisce blu si è fatta retromarcia. E in molti hanno pensato che non si sia trattato di una decisione legata alla mobilità. Ma piuttosto di un modo facile per fare cassa. Brutta cosa, in un momento in cui la gente spesso non ha neppure i soldi per fare la spesa.

https://www.ilmessaggero.it/roma/news/strisce_blu_roma_pagamento_4_maggio_2020-5206034.html

Ritornano a pagamento le strisce blu e tutti insorgono. Mennuni (FDI), anziché aiutare i Romani la Raggi li mazzola 

La decisione presa dalla sindaca Raggi di rimettere a pagamento le strisce blu ha messo d’accordo la grande maggioranza della politica romana. E fatto infuriare i cittadini. Che oltre a trovare autobus imprendibili e strapieni hanno dovuto pagare la sosta davanti al loro negozio. Spesso aperto solo per pulire, aspettando di poter nuovamente accogliere i clienti. La consigliera di Fratelli d’Italia Lavinia Mennuni si è scagliata contro la decisione del Campidoglio in una intervista al quotidiano Il Messaggero. Oggi poteva essere una giornata bella per i Romani, un nuovo inizio dopo tante sofferenze, ha dichiarato la Mennuni. Invece come al solito la Raggi ha adottato un provvedimento sbagliato con un tempismo incredibile. Rimettere a pagamento da oggi le strisce blu in tutta la città ha solo il significato di fare cassa. Cosa in questo momento inaccettabile. Chiediamo che la sindaca di Roma riveda subito la sua decisione e che garantisca la gratuità del parcheggio. Esattamente come per i varchi della ZTL. Che rimarranno aperti per tutto il mese di maggio.

http://fanpa.ge/PS7YL

A Milano e Torino sosta libera per tutto maggio. Ma a Roma da oggi si paga. Per Stefano (M5S) con parcheggi gratis tutti intrappolati nel traffico

A Milano e a Torino le strisce blu rimarranno gratuite per tutto maggio. Per agevolare i tanti cittadini che cercano di riprendere una vita un po’ più normale. Con le tasche vuote dopo due mesi di lockdown. E con la difficoltà di prendere il mezzo pubblico per il numero ridotto di persone che possono salire. Ma a Roma la Raggi ha deciso di rimettere tutto a pagamento da oggi. Per fare cassa, secondo le opposizioni. Per impedire che ci sia troppo traffico, sostiene il grillino presidente della commissione mobilità Enrico Stefano. Ma certo si tratta di una decisione difficile da digerire, con gli autobus che al massimo potranno trasportare diciotto persone. Quindi o si aspettano due ore alla fermata, o si paga la sosta con la propria autovettura. Davvero un bel regalo, che certamente i Romani non meritavano. E anche il PD va all’attacco della prima cittadina. In questa fase sarebbe necessario buonsenso, scrivono in una nota i consiglieri del Partito democratico capitolino.

Il tweet di Salvini. Invece di aiutare i cittadini il comune di Roma li tartassa. Follia

Sulla vicenda delle strisce blu che a Roma da oggi ritornano a pagamento è intervenuto con un tweet anche il leader della Lega Matteo Salvini. Invece di aiutare i cittadini, il comune di Roma riprende a tassarli e a tartassarli. Follia. Stop a burocrazia, strisce blu e pagamenti fuori dal mondo. Questo il commento di Salvini, e la Raggi sembra davvero sempre più isolata. Con la sindaca stretta nella morsa delle opposizioni e alle prese con i mal di pancia di molti consiglieri, al Campidoglio sembra davvero che stiano andando in scena i titoli di coda.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1257302918547378177?s=21

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *