La sai l’ultima? D’Amato vuole scegliere i malati da curare

d'amato scuola

Ci vorrebbe Pippo Franco, non da candidato con la lista Michetti, ma da conduttore de “La sai l’ultima?” per descrivere al meglio l’ennesima sparata dell’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato contro i No Vax.

In un violento attacco di incontinenza verbale, D’Amato l’ha fatta fuori dal vaso. Si è messo a fare il contabile sulla pelle dei cittadini del Lazio. «Un giorno in terapia costa 1500 euro al giorno», ha detto per giustificare la sua proposta di far pagare le cure a chi non è vaccinato. «Abbiamo degenze che in media sono sui 17 giorni per cui la comunità e la collettività affronta non solo costi sociali, ma anche economici», ha aggiunto.

Non si rende conto, poveretto, che la “provocazione” in realtà è un cinico computo che finora mai nessuno si era sognato di fare sulla pelle dei cittadini. Se, chi non si è vaccinato, deve pagare le spese sanitarie, perché la sua condotta costa alla collettività, l’assessore D’Amato apre un potenziale effetto valanga, dalle conseguenze imprevedibili sulle future spese sanitarie pubbliche.


Un No vax potrebbe pretendere di allargare la platea dei “paganti”. Se deve pagare le spese sanitarie per la sua condotta, la Regione deve fare lo stesso anche per un paziente che finisce in ospedale per abuso di alcol o di droga? E se un fumatore incallito si ammala, perché deve pagare il servizio sanitario per la sua condotta sconsiderata?

Abbiamo un nuovo barzellettiere: la sai quella di D’Amato sui No vax?

La platea dei cittadini “irresponsabili” potrebbe allargarsi in maniera imprevedibile. A quel punto anche un obeso, per i suoi disturbi alimentari dovrebbe pagarsi da solo le cure. E chi provoca un incidente stradale sotto stupefacenti? E chi finisce in terapia intensiva perché in un incidente autostradale non aveva le cinture di sicurezza? E i motociclisti ricoverati per traumi cranici che non indossavano il casco? E chi è vittima di un incidente per imperizia o incoscienza? E chi si perde in escursioni montagna? E chi si avventura in mare senza salvagente? E chi tenta il suicidio?

La lista sarebbe sterminata. La mamma dei cretini è sempre incinta. E il servizio sanitario deve intervenire per tutti. Gratuitamente. Perfino per gli irresponsabili. Perfino per chi vuole farsi del male. Perfino per i No Vax. 

Altro che Pippo Franco: quella di D’Amato contro i No Vax più che una “provocazione” andrebbe definita con un termine più consono e prosaico, di più facile comprensione per tutti. Una solenne, incommensurabile… cazzata

Per approfondire