La Stazione Termini ha 70 anni: e sta invecchiando davvero male…

stazione termini

E’ la prima volta da anni che si parla della Stazione Termini in positivo. Le cronache di tutti i giorni, di tutti i giornali e tv, infatti da anni parlano della Stazione Termini solo per descriverne il degrado. Degrado dovuto all’invazione di clandestini e sbandati che ne fanno bivacco. Ci volevano i settant’anni della nuova Roma Termini, per parlarne non in modo negativo.  La stazione della Capitale, il maggiore scalo ferroviario del Paese per grandezza e traffico, oltre che uno fra i principali d’Europa, celebra i suoi sette decenni di storia iniziati il 20 dicembre 1950, con l’inaugurazione del Dinosauro, la pensilina su piazza dei Cinquecento. Simbolo della voglia di ripartenza, in un’Italia ancora alle prese con le conseguenze della guerra, il Dinosauro e la nuova Stazione hanno cambiato il volto della vecchia Termini.

La Stazione Termini ha 70 anni

In occasione dei suoi 70 anni, la nuova Roma Termini ricorda il passato, piange il presente e guarda al futuro, pronta a cambiare volto ancora una volta con un importante piano di riqualificazione progettato dal Gruppo FS Italiane. Ma prima di straordinari velleità di riqualificazione, occorrerebbe bonoficare l’intera struttura. Comunque, dal 20 dicembre fino a gennaio 2021 Roma Termini si racconta con una mostra fotografica diffusa. Installazioni, video e immagini, la maggior parte conservati nell’archivio della Fondazione FS Italiane, che ricordano storie, aneddoti e curiosità della stazione capitolina.

Mostra fotografica di come era bella la stazione

Fra le immagini esposte, anche alcuni scatti social di Railway Heart, la rubrica fotografica di Ferrovie dello Stato Italiane. L’atrio e la galleria gommata ospitano 5 installazioni, di cui 4 esagonali ed una pentagonale, ciascuna con una tematica specifica, mentre da piazza dei Cinquecento, sul lato esterno delle vetrate dell’atrio, sono visibili 15 vetrofanie con immagini storiche in bianco e nero. Un viaggio che continua anche sui social network, attraverso l’hashtag #Termini70, con il quale è possibile condividere i propri ricordi sulla stazione.

Le Fs hanno grandi progetti: ma prima bisogna bonificare

Il piano di ampliamento e riqualificazione di Roma Termini prevede, fra gli interventi, la nuova illuminazione a led della stazione e delle mura Serviane e l’apertura dell’Innovation Hub del Gruppo FS Italiane in occasione del settantesimo compleanno dello scalo. E l’inaugurazione, nel primo trimestre del 2021, del nuovo parcheggio sopraelevato. I festeggiamenti per i 70 anni di Roma Termini sono anche l’occasione per rilanciare e reinterpretare il ruolo della stazione nel rapporto con la città attraverso un concorso internazionale per la riqualificazione di piazza dei Cinquecento e degli spazi pubblici connessi. Chissà se prevede anche la rimozione degli accampamenti nella piazza, nel locali della stazione e nelle strade circostanti?

(Foto: Fondazione Fs)

Per approfondire