Lampedusa al collasso, sbarchi ininterrotti: quanto ci costa la macchina dei clandestini?

roma sbarchi clandestini (2)

Salgono a tre solo all’ora di pranzo gli sbarchi a Lampedusa. Gli ultimi ad arrivare sono stati 20 clandestini, tra cui 9 donne, che viaggiavano su un barchino di circa 7 metri entrato al molo Favaloro scortato da una motovedetta delle Fiamme gialle. Sempre oggi, dall’alba, sulla più grande delle Pelagie si erano registrati altri due approdi. Gli uomini della Guardia di finanza, infatti, hanno intercettato a poche miglia dall’isola due barchini con rispettivamente 23 (tra cui 8 donne e 2 bambini) e 15 persone (tra cui 3 donne, 2 bimbi e un minore accompagnato).

I clandestini ospitati a spese nostre nell’hotspot

Tutti sono stati condotti nell’hotspot di contrada Imbriacola, dove, dopo i trasferimenti disposti dalla Prefettura di Agrigento nelle ultime ore, si trovano circa 740 immigrati irregolari a fronte di una capienza di 250 posti. Inizierà nelle prossima ore intanto lo sbarco a Pozzallo, nel Ragusano, dei 192 clandestini arrivati nei giorni scorsi a Lampedusa e imbarcati sulla nave quarantena Snav Adriatico. Ma chi le paga queste navi quarantena, e quante sono? I il carburante pr l nostrw navi ch “salvano” i clandestini?

Anche 12 positivi tra i fuorilegge arrivati a Lampedusa

Dalla cittadina siciliana, a bordo di diversi pullman (su ogni mezzo saliranno 22 immigrati illegali per il rispetto delle misure di distanziamento anti-Covid), saranno trasferiti a Crotone, dove effettueranno il previsto periodo di sorveglianza sanitaria. Tra loro anche 12 positivi. Sabato ci sono stati 18 sbarchi in successione dall’alba, e sono stati oltre mille gli arrivi con l’hotspot arrivato a ospitare in poche ore oltre 1.200 persone. I i migranti in arrivo a Pozzallo anche 12 positivi.

Bernini: la Ue lascia soli gli Stati di primo approdo

“Lampedusa è di nuovo al collasso per il continuo flusso di migranti. Si preannuncia un’estate caldissima, come aveva avvertito Frontex. Un’agenzia molto più efficace nel dare allarmi che nel contrastare l’immigrazione illegale e l’attività criminale degli scafisti, come ha sostenuto nell’ultima relazione la Corte dei Conti europea. Ora il doppio registro comunitario – invocare la difesa dei confini e lasciare soli gli Stati di primo approdo – non è più sostenibile”. Lo afferma la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.

Noi solo dovrei, gli altri Paesi il diritto di rispedirci i clandstini

“La Commissione batta un colpo, e il governo alzi la voce. L’Italia non può continuare ad avere solo doveri in nome del Regolamento di Dublino e dell’accoglienza umanitaria. E gli altri Paesi solo diritti, come quello della Germania di rispedirci i dublinanti. Il Covid con le sue varianti viaggia purtroppo anche sui barconi nel Mediterraneo. E questo è un altro fattore di preoccupazione mentre l’Italia sta faticosamente cercando di uscire dalla pandemia”, conclude.

Per approfondire