Lazio zona bianca da lunedì. Ecco cosa cambia

Il Lazio diventerà zona bianca da lunedì. Insieme ad altre sei regioni italiane. L’indice Rt è finalmente sceso a 0.68, e il coprifuoco tra 48 ore diventerà solo un brutto ricordo. Ancora però non si può fare tutto, ed ecco quindi la guida delle regole da seguire. A cominciare dalla mascherina, ancora obbligatoria al chiuso e all’aperto.

Ancora con la mascherina. Ma liberi di cenare anche dopo la mezzanotte sempre in tavoli da quattro

Per chi si trova nella fascia più ambita, ricordiamo, saranno consentiti spostamenti senza limiti relativi agli orari o ai motivi dello spostamento, verso altre località della zona bianca. Senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale. Se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute; verso località della zona gialla, senza doverne giustificare il motivo. Nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti in zona gialla e di quelle relative agli spostamenti verso le altre abitazioni private. Ci potrà anche muovere verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una ‘certificazione verde Covid-19’. Valida nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti nella zona di destinazione.

Addio, come detto, al coprifuoco. Resta invece il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso. Gli unici momenti in cui è possibile non indossare il dispositivo di protezione sono le cene e i pranzi, mentre si sta al tavolo. Per adesso è ancora in vigore il limite di quattro persone per tavolo, a prescindere dal colore della regione. A meno che i commensali non siano conviventi.

https://www.romatoday.it/attualita/roma-lazio-zona-bianca-14-giugno-2021.html

 

 

Per approfondire