Legge Bacchelli per Fausto Delle Chiaie: aiutiamo il geniale artista di strada romano

fausto delle chiaie foto

“Bansky, Cattelan, scansateve”. Da anni la Capitale vanta un artista di strada geniale, amatissimo da romani e turisti. Si chiama Fausto Delle Chiaie, ha 80 anni, vive ormai in uno stato d’indigenza e per lui un sindaco che si rispetti sarebbe già intervenuto. Oggi ne parleranno su Raitre, ma a Roma lo conosco ormai tutti.

Elegante, ironico, garbato, surreale e compreso da tutti: dal bambino più ingenuo al critico d’arte più disincantato.  Fausto Delle Chiaie è un artista di strada tanto geniale quanto fuori dal comune. Tutti i giorni da 32 anni, espone le sue opere a Roma, sul marciapiede tra il Mausoleo di Augusto e l’Ara Pacis. Un vero e proprio museo a cielo aperto. Chi è passato almeno un giorno da quelle parti ha incrociato le sue esposizioni a cielo aperto.

Se siete passati almeno una volta all’Ara Pacis lo conoscete

Piccole opere provocatorie, allestite alla bella e meglio, con pochi oggetti rudimentali. Un tappo di bottiglia, un fil di ferro, due gessetti, tappi di bottiglia, cartoncini colorati. Ogni opera ha una didascalia, una descrizione come si addice alle opere dei musei. Solo che Fausto Delle Chiaie le espone con brillantezza, arguzia, senso dell’ironia e cultura. Un genio riconoscibile anche al romano affaccendato o al turista più distratto.

Oggi, finalmente, se ne torna a parlare anche livello nazionale. Quello che sembra un barbone un po’ folle oggi avrà la sua ribalta televisiva. Ma Fausto non è un barbone perché è sempre vestito in modo decoroso ed è molto curato. Ha cultura, genio, spirito d’osservazione. E soprattutto ironia. A tratti irresistibile.

Per Fausto Delle Chiaie serve la Legge Bacchelli

Nella puntata di “Che ci faccio qui”, in onda stasera alle 23.15 su Rai3, dopo sette anni dal loro primo incontro, Iannacone ritrovera’ un visionario che, avendo fatto della strada la sua personale galleria d’arte, ha continuato a esporre anche in tempo di Covid. Ogni giorno, stimolando lo sguardo distratto dei passanti, Fausto Delle Chiaie si confonderà tra loro fino a renderli parte dell’opera stessa, anticipando artisti contemporanei come Banksy o Cattelan. Domenico Iannacone condurra’ il pubblico nella sua arte e nell’intimita’ della sua vita.

“Io sono qui” è il racconto di un uomo che, alla soglia degli ottant’anni, vive in gravi ristrettezze economiche. Oggi solo la legge Bacchelli, nata per aiutare chi si e’ distinto nel mondo della cultura e dell’arte e che versa in uno stato di necessita’, potrebbe porre rimedio e alleggerire la sua pesante situazione.

Per approfondire