Lollobrigida (FDI) vergogna, a Pasqua la Regione smantella il S.Andrea

La scellerata gestione della Giunta Zingaretti sulla sanità del Lazio vede oggi un altro capitolo vergognoso. Il sabato di Pasqua viene smantellata la Brain Suite dell’ospedale S.Andrea di Roma. Contro il parere del Consiglio regionale che aveva votato pochi giorni fa per la sua riattivazione. Questa l’accusa di Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati rispetto alla decisione presa a via Cristoforo Colombo insieme al management del S. Andrea. Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Giancarlo Righini aveva presentato pochi giorni fa un ordine del giorno. Per chiedere di non chiudere questa sala operatoria di eccellenza, ma anzi di potenziare ancora di più questo servizio. Dedicato alle operazioni dei tumori al cervello più delicati dove servono strumentazioni tecniche di avanguardia. E una professionalità assoluta degli operatori. Ora scopriamo con rammarico che dopo il voto in aula a via della Pisana la Regione Lazio si è comportata in maniera opposta. Un fatto che riteniamo gravissimo, prosegue Lollobrigida. E che non ha alcuna giustificazione.

 

Lollobrigida (FDI), assurdo per la Regione chiudere la Brain Suite al S. Andrea

E’ assurda la chiusura della sala operatoria Brain Suite del S. Andrea fatta tra l’altro proprio il sabato di Pasqua. E in piena emergenza da coronavirus. È quanto dichiara in un comunicato stampa il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati Francesco Lollobrigida. Che ha voluto condannare con durezza la decisione presa dalla Regione Lazio insieme al management dell’ospedale romano. Il nostro consigliere Regionale Giancarlo Righini aveva presentato un ordine del giorno proprio per scongiurare questa chiusura, prosegue Lollobrigida. La Brain Suite del S. Andrea è una struttura unica, che consente di operare tumori al cervello che altrimenti non sarebbero aggredibili. Non c’entra nulla con l’emergenza Covid 19, e smantellarla ora ci sembra una decisione fuori da ogni logica. Dannosa per i cittadini del Lazio e per tutto il sistema sanitario nazionale.

Su smantellamento della sala operatoria del S. Andrea intervenga il ministro Speranza

I soldi spesi per il vergognoso smantellamento della Brain Suite dell’ospedale S.Andrea dalla Regione Lazio potevano essere utilizzati diversamente. Magari comperando delle mascherine protettive per i medici e per tutto il personale sanitario. Visto che ora sono contingentate. Oppure provvedendo a mettere in sicurezza i reparti dedicati ai pazienti affetti dal coronavirus e i relativi accessi. Invece si è scelto ancora una volta di smantellare un pezzo della sanità pubblica laziale e nazionale. Per questo interrogheremo il ministro della Salute Speranza, per sapere se e come intenda intervenire per impedire che tutto questo accada. È quanto dichiara il capogruppo alla Camera  di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida. Che già nei giorni scorsi insieme al consigliere regionale Giancarlo Righini si era battuto contro la chiusura dei reparti di pediatria e di natalità di Anzio e di Nettuno. Per evitare che quel poco che resta della sanità pubblica nella nostra Regione venga sepolto sotto le macerie del coronavirus. Con dei colpi di mano che in questa situazione sarebbe meglio evitare.

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *