Luigi Di Maio zimbello social: è il più “memizzato” del 2022. Tutti contro il suo incarico Ue

Luigi Di Maio, memissima

Luigi Di Maio ex ministro degli Esteri, è stato premiato a “Memissima‘ nel corso del primo Oscar dei meme italiano come personaggio più ‘memato’ del 2022. Insieme a lui, ieri sera, assegnati anche i premi alle 10 pagine finaliste in gara con l’Oscar per ogni categoria, oltre al premio per il meme più virale consegnato alla pagina ‘Aqtr‘. A vincere l’Oscar per la categoria metameme la pagina inchiestagram.

Gigino inviato Ue nel Golfo Persico? Salvini: “Non può rappresentare l’Italia”

Ci abbiamo provato gia’ in passato a parlare di autonomia, ma parlare di autonomia con Luigi Di Maio e con il Pd era difficile. Adesso forse Di Maio andrà a rappresentare l’Italia nel Golfo Persico. Ma non a nome mio, e vostro ne’ del governo in carica”. Cosi’ il ministro per le Infrastrutture e leader della Lega Matteo Salvini, durante il suo intervento al congresso provinciale del partito, sulla possibilita’ che l’ex ministro Di Maio diventi inviato speciale dell’Unione Europea nel Golfo Persico.

“Incarico a Di Maio dalla Ue? Non entro nel merito delle competenze dell’ex ministro degli Esteri, ma in Italia c’è un nuovo governo ed è giusto che Bruxelles ascolti le nostre indicazioni”. Lo ha detto il vice ministro degli Esteri Edmondo Cirielli a Benevento, dove ha inaugurato, assieme al senatore Domenico Matera, la nuova sede di Fratelli d’Italia.

Gasparri: “Luigi Di Maio si autocandidato quando era ministro”

“Dopo la chiara presa di posizione del nostro governo, che ovviamente non aveva in alcun modo sostenuto la candidatura di Di Maio per incarichi dell’Unione Europea, sarebbe sconcertante se gli organismi comunitari dessero dell’ex grillino, assolutamente inadeguato, questo incarico peraltro strapagato. La presa di posizione del nostro governo dovrebbe porre fine a questa pantomima. E se l’Unione Europea dovesse dar seguito a una nomina che di fatto è stata sollecitata dallo stesso Di Maio quando era ministro, ci sarebbero anche profili di carattere giuridico da esaminare. Non ci sarebbe soltanto un gigantesco conflitto di interesse a carico di Di Maio, ma anche un evidente coinvolgimento di organismi comunitari in discutibili condotte che non possono servire per la ricollocazione di un disoccupato della politica. Chi fa le nomine non è mica un navigator”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

Per approfondire