Matone e Santori fanno i conti in tasca alla Raggi: “A quanto ammontano gli affitti non riscossi dal Comune?”

affitti non riscossi roma

“A quanto ammontano gli affitti non riscossi, prima della pandemia  e che ora sono di fatto inesigibili? E poi il verde pubblico, senza cure, fino a quando resisterà prima di scomparire del tutto?“. Lo domandano Simonetta Matone, candidato Prosindaco al Campidoglio e Fabrizio Santori, entrambi candidati consiglieri comunali per la lista della Lega-Salvini premier.

Matone: “La prossima giunta troverà una situazione drammatica”


“Quando i nuovi amministratori pubblici della Capitale si troveranno di fronte a delle carte che parlano da sole, sarà necessaria una immediata scelta delle priorità  che sono: la casa, l’emergenza trasporti ,quella rifiuti e ambientale. Il degrado del comparto  immobiliare del Comune si sovrappone alla disastrosa situazione dei parchi pubblici e del patrimonio arboreo.” aggiungono Matone e Santori

Affitti non riscossi. Ma anche altri disastri

Non solo gli affitti non riscossi. “Dai grandi parchi famosi nel mondo (Villa Borghese) ai quelli più piccoli di periferia non si registra un seppur minimo livello di manutenzione e miglioramento.Sopratutto nei quartieri  più lontani dal Campidoglio, la cura e il mantenimento del verde si deve solo a gruppi spontanei di volontari, vista la carenza, dell’organico del Servizio Giardini.Ci domandiamo perché il Comune ha tolto a quelle associazione   anche quelle piccole sovvenzioni per acquistare materiali e attrezzi per la cura del verde”


“Nel 2024 sarà il centenario del poema sinfonico I Pini di Roma di Ottorino Respighi. L’anno dopo a Roma  si svolgerà  il Giubileo universale della Chiesa Cattolica.Abbiamo il tempo- anche se non e’ tanto,- per recuperare anni di ritardo e di degrado”.

Per approfondire