Meloni: “Da Conte nessuna risposta sui soldi degli italiani” (video)

meloni dopo palazzo chigi (2)

Giorgia Meloni denuncia. “Moltissime delle domande che continuiamo a fare non hanno una risposta”. Così la Meloni, al termine dell’incontro con il governo. Per la leader di Fratelli d’Italia, assicurando che “la nostra disponibilità continua a esserci”. “I mille euro subito sul conto corrente, con una semplice autocertificazione, che è la proposta che abbiamo fatto – accusa la leader di Fdi – non hanno ad oggi una risposta”. “Né ci sono termini chiari su quando verrà pagata la cassa integrazione”. “Sono domande che abbiamo fatto, oggi le risposte non le abbiamo avute, ma continuiamo a fare le nostre proposte”. “Ma – conclude Meloni – una cosa è continuare a lavorare come abbiamo fatto fino a oggi, noi mandiamo proposte e voi ci dite se vi piacciono, altra cosa è scrivere decreti insieme, una cosa che magari può funzionare”.

Meloni: soldi subito sui conti degli italiani

Soldi subito sul conto agli italiani. Via ogni burocrazia. E vogliamo notizie certe su quando verrà accreditata la cassa integrazione e il contributo agli autonomi. Ha detto infatti la leader di Fratelli d’Italia al premier Giuseppe Conte nell’incontro di oggi. Per Fdi i provvedimenti sono farraginosi e secondo le stime i soldi non arriveranno prima della metà di aprile. Non è possibile, ha rimarcato la Meloni, che la burocrazia sia l’unica cosa che in Italia non si ferma mentre tutto il resto è fermo. I soldi vanno messi ora sui conti correnti: chiediamo una data certa e tempestiva o ci aspettiamo che approviate la proposta di Fdi per mettere 1000 euro sul conto di chi ne ha bisogno subito.

La leader di FdI: non scaricare le responsabilità sui sindaci

E poi altre proposte. Priorità alla liquidità delle imprese: una linea di credito vincolata al pagamento di fornitori e stipendi garantita dallo Stato. Premiare le imprese che resistono. Equiparare i lavoratori autonomi ai lavoratori dipendenti. Gli importi, ha sottolineato la Meloni, devono essere gli stessi della cassa integrazione. La Meloni sarebbe tornata anche sul tema dei fondi ai Comuni destinati dal governo spiegando che i 400 milioni per affrontare l’emergenza povertà sono assolutamente insufficienti. I 4,3 miliardi di cui Conte e Gualtieri hanno parlato in conferenza stampa “erano un impegno già previsto a prescindere dall’emergenza”, ha sottolineato la Meloni, secondo cui citarli è parso un tentativo di “scaricare sui sindaci le responsabilità”.

Meloni: mettere sul tavolo almeno 100 miliardi

“Abbiamo chiesto quanti soldi pensa di spendere il governo con i vari decreti, perché noi pensiamo che meno di 100 miliardi di euro per affrontare questa emergenza non si possono spendere”. Così Giorgia Meloni, al termine dell’incontro con il governo. La leader di Fdi aggiunge di essere convinta “per trovare questi soldi” che “la proposta di Giulio Tremonti, di titoli di Stato a lunghissimo rendimento, senza tasse e con procedure semplificate, sia ottima e vada almeno esplorata”.

 

 

Per approfondire