Minacce di morte e insulti a Salvini, e il pm chiede l’archiviazione

minacce salvini

Insulti, minacce di morte, a Salvini  alla sua famiglia e alla sua fidanzata. Ma per questa magistratura va tutto bene. Chiesta l’archiviazione. Ma Matteo Salvini ovviamente non ne vuole sapere: i suoi legali hanno presentato opposizione. La questione è quella relativa al post su facbook, così pronto a bannare chi è di destra, del 23enne di Ferentino. Questo anti-salviniano è residente in Irlanda, si chiama Piergiacomo Campoli.

Salvini: ma è possibile che vada bene così?

Nei mesi scorsi aveva pubblicato un post con insulti e minacce al leader della Lega e anche ai suoi figli. Ma il legale, Antonio Ceccani, aveva subito scritto una lettera di scuse al lader della Lega e inviato anche un video in cui il ragazzo asseriva di pentirsi di quanto scritto. Ovviamente il pentimento accorato era giunto solo dopo la denuncia di Salvini contro questo individuo. Alla luce delle scuse la pubblica accusa ha chiesto di archiviare il procedimento.

Salvini: andate a firmare i referendum sulla Giustizia

Ma i legali dell’ex ministro dell’Interno hanno presentato opposizione al provvedimento di archiviazione. Ora toccherà al Gip decidere il da farsi: se dichiarare inammissibile l’opposizione e archiviare o mandare il ragazzo a processo. Dice Salvini: “Fatemi capire, uno può minacciare di morte me, i miei figli e la mia compagna, e per il pm va bene così?!? Andate a firmare i Referendum sulla Giustizia, solo gli Italiani possono mettere fine a questa vergogna!”

Per approfondire