Minaccia ambulante e poliziotti con calci pugni e un coltello, arrestato

Prima minaccia e rapina un ambulante. Poi picchia con calci e pugni i poliziotti intervenuti. E’ successo nel primo pomeriggio di ieri, quanto una persona ha chiamato il NUE. Dicendo che, nel mercato rionale in Piazza Pino Pascali, un uomo armato di coltello si aggirava tra le bancarelle. Immediatamente l’operatore della Polizia di Stato ha inviato 2 pattuglie della Sezione Volanti a verificare la segnalazione.

Quando gli agenti sono arrivati, sono stati contattati da chi aveva telefonato. E così sono venuti a sapere che poco prima un tale aveva minacciato con un coltello il titolare di un punto ristoro per poi allontanarsi grazie al suo intervento. Qualche minuto dopo lo stesso individuo è stato visto passare con delle scarpe in mano inseguito da uno straniero che gli urlava contro frasi incomprensibili, finché quest’ultimo si è riappropriato della merce che gli era stata rubata.

Calci e pugni ai poliziotti intervenuti

Durante il racconto il richiedente ha descritto dettagliatamente il rapinatore che è stato subito individuato dai poliziotti mentre gettava a terra l’arma, un coltello lungo 20 centimetri. Per evitare l’arresto G.P., romano di 48 anni, ha tirato calci e pugni. Ma è stato bloccato e messo a bordo della Volante per essere portato negli uffici di polizia per gli atti di rito.

Durante il trasporto il 48enne ha continuato a tirare calci danneggiando l’auto di servizio. Arrestato, dovrà rispondere di tentata rapina aggravata e danneggiamento ai beni dello Stato. Reato quest’ultimo per il quale è stato denunciato.

Per approfondire