Montesacro, agente della Polfer spara in aria contro un writer

Scena da far west sabato scorso nei pressi della stazione del nuovo Salario. Tutto è avvenuto verso le 13, quando gli agenti della Polfer in un giro di controllo hanno individuato tre persone. Che con fare sospetto, stavano armeggiando con una bomboletta in prossimità del muro di cinta della infrastruttura ferroviaria. A questo punto, gli agenti come di prassi hanno intimato l’Alt. Con l’intento di identificare le persone e stabilire se le medesime stessero compiendo un reato. Che trattandosi di writer, si sarebbe potuto concretizzare in atti di vandalismo e danneggiamento di un bene pubblico. Ma per tutta risposta, quelli della Polfer sarebbero stati aggrediti, proprio con un lancio di bombolette spray. A questo punto è iniziato un breve inseguimento, ma uno dei poliziotti ha pensato di estrarre comunque l’arma. E di sparare un colpo intimidatorio in aria. La zona era deserta, ma il rimbombo si è sentito chiaramente fin sui terrazzi delle case più vicine. Creando allarme e paura nella cittadinanza. Per fortuna tutta la situazione si è risolta poco dopo, senza alcun ferito.

Agente della Polfer estrae l’arma e spara in aria mentre insegue dei writer al Nuovo Salario

Uno dei writer che stavano imbrattando le mura della stazione del Nuovo Salario è stato fermato sul posto. Il secondo, poco dopo a seguito di un breve inseguimento. Il terzo invece risulta ancora latitante. Così è finita la bravata di tre ragazzi, che sicuramente si ricorderanno per un pezzo la giornata dello scorso sabato.  Perché uno degli agenti della Polfer che li hanno inseguiti, ha estratto l’arma. E sparato in aria. Un gesto non consueto per questo tipo di reati, ma va detto che secondo quanto riportato dall’agente, gli stessi poliziotti sarebbero stati oggetto di ripetuti lanci di bombolette spray. Adesso tutta la vicenda, e la posizione dei fermati sono al vaglio degli inquirenti.

https://www.romatoday.it/cronaca/spari-via-chiusi-nuovo-salario.html

Per approfondire