Movida incontrollabile, adesso tornano le Ztl. Si procede a caso

ztl roma (2)

Ztl, ennesimo ripensamento del comune. Aveva ragione il grillino Enrico Stefano, che aveva detto che “si procede a caso”. Il risultato è che i cittadini non ci capiscono più nulla. Da oggi infatti le Zone a traffico limitato notturne del Centro storico e di Trastevere tornano attive. Tale misura è stata decisa da Roma Capitale in seguito all’aumento del traffico negli orari serali, che ha causato un’eccessiva movida nelle zone interessate, provocando disagi ai residenti e alle attività aperte al pubblico, in contrasto con i vigenti protocolli di sicurezza. Lo spiega in una nota il Campidoglio. E’ evidente che la movida è fuori controllo, così come la sicurezza, e la Raggi non sa più che fare.

Le Ztl usate per sopperire all’incapacità?

La Ztl notturna Centro Storico è attiva il venerdì e il sabato dalle 23 alle 3. La Ztl notturna Trastevere è attiva il venerdì e il sabato dalle 21,30 alle 3. Il Campidoglio ricorda che sono attive anche le Ztl notturne di San Lorenzo (venerdì e sabato 21,30-3, nei mesi da maggio a ottobre, tranne agosto, attiva anche il mercoledì e il giovedì con gli stessi orari) e Testaccio (venerdì e sabato 23-3). C’è anche un altro elemento di confusione. Pure essendo a tutti gli effetti in vigore la nuova disciplina, per consentire il riallineamento tecnico dei dispositivi, tra le 23 e le 24 i display situati sui varchi del centro storico riporteranno ancora la dicitura non aggiornata. Resta confermata poi fino al prossimo 30 agosto la disattivazione delle Ztl diurne del centro storico e di Trastevere.

Per la Raggi l’ultimo che parla c’ha ragione…

Stavolta la Raggi ha ascoltato Legambiente e le sue proteste di qualche giorno fa, mentre prima aveva ascoltato i commercianti. E oggi ha ascoltato i residenti. Ma com’è. l’ultimo che parla ha ragione? Per Legambiente infatti “l’ennesima proroga alla sospensione della Ztl è un ulteriore gravissimo errore della Sindaca Raggi – aveva detto Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – mentre è chiaro che le strade della capitale si stanno imbottigliando sempre più di automobili, certamente non di biciclette come avremmo voluto vedere. È assurdo pensare che l’invasione di macchine in centro possa migliorare Roma, la sua economia, i negozi. La capitale migliora se diventa più bella ed ecosostenibile, con pedonalizzazioni, ciclabili e mezzi pubblici migliori e tutti ne avrebbero giovamento, a partire dalla sua economia”.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *