Multa a chi non canta “Bella ciao”. La gente è esasperata (video)

multa vigili

Multa su multa. La gente è stufa. Non ne può più di questa chiusura forzata, soprattutto quando vede i famosi due pesi e due misure ovunque. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la manifestazione antifascista del 25 aprile a Roma. Al quartiere Pigneto parecchie persone sono scese in strada con bandiere rosse come salvacondotto e hanno sfilato. Non sappiamo come sia finita, ma nei video che circolano sul web si vedono i vigili urbani in mezzo al corteo senza che contestino nulla a nessuno. Spesso, poi, quasi quotidianamente, i giornali, compreso questo sito, pubblicano errori o anche a volte abusi delle forze dell’ordine.

Multa perché giocavano a pallone col bambino

Il video che pubblichiamo riguarda una famiglia con un bambino che gioca a pallone e che viene sanzionata dalle forze dell’ordine. Giusto, si dirà. Sì, però sono arrivate due auto delle forze dell’ordine proprio mentre al Pigneto c’era la manifestazione per strada di quelli che cantavano “Bella ciao” con le bandiere rosse. Insomma, ci sono delle differenze di trattamento tra questi e quelli. E’ chiaro che non sono stati multati perché non cantavano “Bella ciao”, però è altrettanto vero che se fossero stati lì a cantare “Bella ciao”, non sarebbero stati sanzionati. Tutto qui. Ricordiamo poi il caso del papà multato mentre andava a comprare la carne al figlio disabile, ma in quel caso il questore rimediò subito all’errore. E poi ricordiamo infine il caso clamoroso della corsa dei cavalli dei rom a Sora.

Sapevano tutto da ben prima del 31 gennaio

Insomma, nessuno è perfetto. Però c’è anche da dire che gli itlaiani si stanno rendendo conto che questi lo sapevano dal 31 gennaio, se non prima, che ci sarebbe stata l’emergenza. Anzi, il 31 gennaio hanno dichiarato l’emergenza, quindi lo sapevano da molti prima. E hanno passato un mese a gingillarsi prima di prendere provvedimenti seri. E i hanno presi quando oramai era troppo tardi. Creando la reclusione di una nazione ma soprattutto una crisi economica che avrà i suoi nefasti effetti per anni. E allora è chiaro che la gente è esasperata.

 

 

Roma 25 aprile: a destra una famiglia che non canta bella ciao e viene multata da 6 Carabinieri, a sinistra decine di famiglie che cantano bella ciao e non vengono multate dalla Polizia Municipale che vede e si gira dall'altra parte. Sappiatelo.

Pubblicato da Buffonate di STATO su Domenica 26 aprile 2020

Per approfondire