Municipale anche nei parchi e inseguimenti da far west (video)

I controlli della Polizia locale di Roma capitale stanno proseguendo a tappeto per tutta la città. Caccia a furbi e furbetti, che per fortuna sono una esigu minoranza. Quelli che proprio non riescono a stare a casa anche se non hanno nulla da fare. Che non capiscono che questa è una guerra. Ma a differenza che durante un conflitto, qui non c’è il rumore delle bombe. E quindi il pericolo è ancora maggiore. Perché ti viene voglia di dire che sarà mai, esco un po’ e non incontro nessuno. Che mi può succedere? Ecco, è proprio ciò che bisogna evitare. E in gran parte i Romani si stanno comportando bene. Ma come detto le eccezioni negative non mancano. Compresi quelli che vanno nei parchi e costringono a inseguimenti da far west. Irresponsabili, che vanno puniti con la massima severità. Perché mettono a repentaglio la salute di tutti. La Polizia municipale sta facendo un gran lavoro in questo senso. Purtroppo con pochissime pattuglie, otto al giorno per i nuovi blocchi. Sedici uomini e donne per tutta Roma. La sindaca Raggi poteva sicuramente osare di più.

Nuovi controlli e inseguimenti da far west

Anche ieri dunque sono andati in scena i nuovi controlli effettuati dalla Polizia locale di Roma capitale. Con le pattuglie ordinarie dedicate alla lotta ai furbetti che se ne vanno in giro senza motivo. E con la nuova task force attiva soprattutto lungo le arterie stradali di maggiore scorrimento. Ricordiamo che si può circolare solo per fare la spesa. Nei supermercati vicino casa. E poi ovviamente per motivi di grave urgenza familiare. O perché si lavora in una delle poche attività che rimangono aperte dopo l’ultimo decreto del governo Conte di ieri. Medici, infermieri, farmacisti, chi lavora nella filiera alimentare e poco altro. Il resto tutti a casa come è giusto che sia. Ma i controlli con le poche pattuglie dedicate non sono sempre facili. Altri 7000 fermati nella sola mattinata di ieri, questo comunica ufficialmente il Corpo. E quaranta trovati non in regola. Sempre una percentuale bassa, come già riscontrato nei giorni precedenti. Ma c’è sempre qualche folle che deve comunque distinguersi.

Follie nel parco

E siccome la madre degli imbecilli è sempre incinta, vi proponiamo un video di folli inseguimenti ai margini di un parco romano. Non si capisce bene dove sia, potrebbe essere in zona Caffarella ma cambia poco. I vigili urbani affiancano un’auto che percorre un piccolo sentiero proprio dentro al parco. Per andare dove? Beato chi lo sa. Forse il conducente pensava di non essere visto la’ in mezzo, o di portare a spasso il cane. Comunque, un gesto già di per se’ molto grave. Ma come se non bastasse, l’auto non si ferma. E inizia un inseguimento surreale, un carosello in mezzo alla campagna romana. Ecco, speriamo che una volta fermato a questo incosciente la patente venga tolta per sempre. Per rispetto di tutti noi e del lavoro dei vigili urbani. Per un normale senso di giustizia. Perché in questo momento di tutto abbiamo bisogno, tranne che di imbecilli impuniti e in libertà.

Continuano i controlli per far rispettare le misure di prevenzione contro il coronavirus. Oggi 40 persone sono state già…

Pubblicato da Virginia Raggi su Domenica 22 marzo 2020

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *