Muratore albanese occupa la casa che aveva ristrutturato: arrestato per estorsione

muratore albanese

I Carabinieri hanno arrestato a Roma un 54enne muratore albanese con l’accusa di tentata estorsione. Il provvedimento la denuncia di un 72enne della provincia di Latina. Quest’ultimo, proprietario di un immobile in via Renato Simoni, aveva commissionato al 54enne, di professione muratore, dei lavori di riparazione d’infiltrazioni di acqua all’interno dell’appartamento.

La denuncia di un 72enne romano

Al termine della ristrutturazione, il 54enne ha incassato regolarmente il compenso pattuito ma, non contento, ha iniziato a pretendere ulteriori 8.000 euro dal 72enne.
Al rifiuto del proprietario dell’immobile, il muratore non ha restituito le chiavi e ha locato l’abitazione, senza regolare contratto, ad una cittadina del Marocco di 40 anni. Accortosi dell’appropriazione indebita da parte del muratore, il proprietario 72enne ha provveduto a regolarizzare la locazione dell’immobile, stipulando un regolare contratto con l’inquilina.

Il muratore albanese ha anche affittato l’immobile

Dal mese di marzo scorso l’albanese si è continuamente presentato presso l’abitazione locata, pretendendo, indebitamente, mediante gravi minacce, il canone di affitto dalla 40enne, la quale ha denunciato, anche lei, la condotta illecita dell’uomo agli stessi Carabinieri di Roma Casalbertone che, la scorsa mattina, lo hanno rintracciato notificandogli il provvedimento.
L’arrestato è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Per approfondire