Natale all’Auditorium: grandi concerti ed eventi durante le festività. La Pfm suonerà il 31

auditorium pfm (2)

Arriva il Natale all’Auditorium della Fondazione Musica per Roma. Un ricco calendario di grandi concerti e spettacoli in programma al Parco della Musica di Roma dal 4 dicembre fino al 6 gennaio. Oltre 50 concerti di musica pop, jazz e rock. A cui si aggiungerà il Roma Gospel Festival, tra i più importanti festival gospel in Europa, che presenterà alcune delle migliori formazioni provenienti dagli Stati Uniti. A corredare gli spettacoli nelle sale anche Christmas World, un grande villaggio di Natale allestito nell’area pedonale e sui giardini pensili dell’Auditorium. Il percorso espositivo attraverserà le diverse atmosfere natalizie del mondo, mentre nella Cavea come da tradizione tornerà la pista di pattinaggio sul ghiaccio per il divertimento di grandi e piccoli.

Concerti, da Eugenio Bennato a Carmen Consoli a Vinicio Capossela

Tra i grandi concerti in programma, torna Eugenio Bennato (22/12) con il suo ultimo progetto “Qualcuno sulla terra”. Interpretato dall’ensemble Le Voci del Sud, il sestetto vocale da lui recentemente fondato. Grande ritorno anche per Carmen Consoli (26 e 27/12) che porterà sul palco della Sala Santa Cecilia il nuovo tour teatrale “Volevo fare la rockstar”. Il 28 dicembre il concerto dantesco di Vinicio Capossela che con Bestiale Comedìa celebrerà i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Anche Massimo Di Cataldo (26/12) proporrà i suoi più grandi successi e alcune canzoni di celebri cantautori della musica italiana accompagnato dalla sua chitarra. Nicola Piovani con “La musica è pericolosa” intratterrà il pubblico con un racconto musicale narrato dagli strumenti in scena. Sono previste ben quattro date (26, 27, 28 e 31/12).

Giovanni Allevi aprirà l’anno nuovo

Il 31 dicembre toccherà alla Premiata Forneria Marconi, con il tour Pfm Canta De André che ha registrato 150 sold out. Mentre il giorno di Capodanno Giovanni Allevi con “Estasi” aprirà il nuovo anno con il live del suo nuovo progetto discografico. Torna anche Vasco Brondi (2/01) con “Una cosa spirituale”, che spazierà tra canzoni, poesia, lettura, riflessioni. In arrivo un’intera generazione di nuovi talenti: dal post rock di Davide “Boosta” Dileo (8/12) al sound internazionale dei Mòn (11/12). Fino al ritorno della tradizione siciliana di Eleonora Bordonaro (12/12). Alle sonorità crossover del rock di H.E.R. (13/12) e al blues di Peppe Voltarelli (17/12). E ancora musica per tutti i gusti con il Canzoniere (4/12), Amore, Morte e Rock & Roll (5/12), il doppio concerto Indaco / Nuove Tribù Zulu (14/12) e la marching band Funk Off (15/12).

All’Auditorium ci sarà spazio anche per il jazz

Non mancheranno anche i più importanti jazzisti italiani, a partire da Fabrizio Bosso e Rosario Giuliani (7/12). Che capeggeranno il quartetto completato da Alberto Gurrisi all’organo e Marco Valeri alla batteria, esibendosi in un repertorio dalle forti connotazioni ritmiche. E poi ancora Stefano Di Battista (1/01) in quartetto in un concerto dedicato a Lucio Dalla. Infine quattro fuoriclasse del jazz italiano si incontreranno per una serata unica e irripetibile: Enrico Rava, Danilo Rea, Roberto Gatto e Dario Deidda (3/01). Loro condurranno il pubblico in un viaggio musicale attraverso standard jazz, canzoni italiane e brani pop. Fondazione Musica per Roma e Imf Foundation presentano inoltre cinque tra i più importanti gruppi spiritual e gospel contemporaneo provenienti dagli Stati Uniti.

In scena anche spiritual e gospel

Si inizierà con Eric Waddell & The Abundant Life Singers (23/12) uno dei gruppi di spicco di Baltimora. Per poi passare il giorno di Natale con un doppio concerto del più famoso e longevo coro gospel d’America, l’Harlem Gospel Choir (25/12). Il giorno successivo sarà la volta di Light of Love (26/12) uno dei gruppi femminili più originali del suo genere. A seguire tre date per Dennis Reed & Gap (27, 28 e 29/12), formazione che introduce e mescola sapientemente le sonorità e gli stili più moderni come r’n’b e hip hop. Dennis Reed sarà inoltre protagonista negli stessi giorni di un workshop di formazione. Chiuderà il festival Emmanuel Djob by The Gospel River (30 e 31/12), una delle figure più interessanti della scena black del nuovo decennio.

Swing d’epoca con musiche dei grandi interpreti italiani, da Carosone a Gorni Kramer

Coinvolta anche la Casa del Jazz di Roma dove arriverà Swinging Christmas, un cartellone di concerti speciali pensati per il periodo delle feste interamente dedicato allo swing. Sia quello internazionale, sia quello italiano di artisti come Renato Carosone, Fred Buscaglione, Natalino Otto, Trio Lescano, Gorni Kramer, Lelio Luttazzi. Infine le mostre e le visite guidate nel fine settimana, ogni ora dalle 11.30 fino alle 16.30. A partire dalle festività natalizie l’Auditorium sarà impreziosito dalla presenza di una grande retrospettiva dedicata all’artista Adrian Tranquilli. Poi “Human Scape” realizzata da Musica per Roma in collaborazione con Fondazione Modena Arti Visive. Un’installazione di fotografia contemporanea in forma di slideshow, proiettando dal tramonto all’alba sulla cupola della Sala Sinopoli, una foto al giorno per 33 giorni.

E per finire una retrospettiva organizzata dall’Accademia di Santa Cecilia in collaborazione con Musica per Roma, il Centro Ricerche Musicali e con il sostegno di Leonardo, su Paolo Ketoff, figura poliedrica e centrale dell’avanguardia musicale che ha profondamente influenzato la musica e la cultura sonologica cinematografica degli anni Sessanta e Settanta.