Neve a Roma, imbiancata la zona est e i Castelli

Roma si è svegliata coperta da una bianca coltre di neve. Non si è trattato di fenomeni intensi, e tutto si è risolto poco dopo le 8 di questa mattina. Quando il sole e poche gocce d’acqua hanno rapidamente sciolto tutto. Ma intanto lo spettacolo dopo le 4 di notte e fino all’alba è stato di quelli da non perdere. Con i tetti delle auto coperti dalla coltre bianca e le strade, specie le più periferiche, che assomigliavamo ai viali di qualche cittadina di montagna. I fenomeni nevosi sono stati certamente maggiormente significativi della parte nord e nord est della città, ma anche a sud est verso i Castelli i fiocchi sono scesi in abbondanza. Con alcuni paesi, come Rocca Priora e Rocca di Papa, che hanno dovuto risolvere problemi legati alla circolazione, almeno per chi si è alzato presto. Per andare al lavoro o per portare i figli a scuola. Nessuna conseguenza invece sulle linee autobus e Cotral, e nemmeno sulla rete ferroviaria. Dove il traffico è rimasto sostanzialmente regolare.

Ecco i quartieri che hanno visto la prima neve dell’anno

Cominciamo dalla zona est, dove accumuli di neve si segnalano da Centocelle a Ponte di Nona. Pochi fiocchi, sciolti in gran parte verso le 8. Scenari simili a Roma nord est. A San Basilio, Montesacro, Talenti, fino a Mentana e Monterotondo la nevicata ha attecchito a terra. Nevischio anche a Roma nord e Roma ovest. Le precipitazioni sono iniziate verso le 4, in molti quartieri miste a pioggia. Pioggia che alle 6 sul raccordo ha dato vita al graupel (termine tecnico per indicare precipitazioni con granelli di ghiaccio, una sorta di neve granulare) mentre in alcuni quartieri a vera e propria neve.

Per approfondire