Nigeriano spacciatore scaglia la bicicletta contro i poliziotti

spacciatori stranieri (2)

Sabato scorso la Polizia di Stato ha arrestato ad Empoli (Firenze) un cittadino nigeriano di 27 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. In ordine temporale l’africano commise per primo proprio quest’ultimo reato scagliando una bici contro i due agenti delle volanti del commissariato cittadino che lo avevano fermato per un controllo. Intorno alle 22.30 il protagonista della vicenda avrebbe infatti attirato l’attenzione dei poliziotti impegnati nel controllo del territorio empolese, proprio mentre stava pedalando in sella ad una bicicletta nei pressi di Piazza San Rocco.

Il nigeriano fermato per un semplice controllo

Alla vista della pantera della polizia, il 27enne avrebbe allungato il passo verso viale della Repubblica dove, una volta raggiunto e fermato dai tutori dell’ordine, avrebbe infilato rapidamente qualcosa nelle tasche dei pantaloni, per poi passare alla vera e propria aggressione contro i due uomini in divisa – anche a gomitate – e darsi alla fuga a piedi. Il sospetto non ha fatto tuttavia molta strada: nuovamente raggiunto e bloccato dopo pochi metri dagli agenti, che fortunatamente non hanno riportato lesioni, dalle sue tasche sono saltati fuori 11 ovuli pieni di anfetamine e metanfetamine, per un peso complessivo di quasi 120 grammi di droga.

Una volta tanto scattano le manette

Trovato, sempre addosso all’arrestato, anche un centinaio di euro in banconote di piccolo taglio, che gli investigatori del Commissariato di Empoli non escludono possano essere frutto dell’eventuale attività di spaccio. Per la persona fermata, oltre che per la resistenza, sono quindi naturalmente scattate le manette anche per l’illecita detenzione degli stupefacenti sequestrati dalla Polizia di Stato.

Per approfondire