Odiose minacce a Gasparri. Ovviamente (quasi) tutti zitti

Minacce gasparri

Maurizio Gasparri minacciato di morte. E ovviamente stanno (quasi) tutti zitti. Solidarietà dal suo partito, Fi, e Udc.

Stando a quanto si è saputo a Palazzo Madama, il senatore Gasparri ha denunciato presso il Comando Carabinieri del Senato la ricezione di una lettera anonima, proveniente da Padova, contenente esplicite e ripetute minacce di morte.

Nuove minacce a Gasparri

“Non si tratta purtroppo di un caso isolato – informa un comunicato – in quanto anche nei mesi scorsi il senatore aveva ricevuto missive intimidatorie”.

Gasparri ha comunque tenuto a far sapere che non si lascerà intimidire da questi episodi ma che proseguirà il suo lavoro come sempre al servizio dei cittadini e del Paese, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.

4 luglio comunque in piazza

Nel gennaio del 2016, quando era vicepresidente del Senato, Gasparri era stato minacciato su Twitter da un utente anonimo che gli aveva augurato “due pallottole nelle ginocchia”.

Anche in quel caso l’ex ministro del governo Berlusconi aveva sporto denuncia al Comando dei Carabinieri.

Gasparri ha annunciato che il 4 luglio sarà in piazza per la manifestazione del centrodestra. “Forza Italia parteciperà alla manifestazione romana del centrodestra del 4 luglio che certamente potrà essere ampliata. Si terrà conto delle regole sulla distanza ma anche della capienza di Piazza del Popolo”, ha dichiarato.

“Quel luogo può contenere diverse migliaia di persone. E certamente, dopo le sollecitazioni che tutti abbiamo avanzato agli organi competenti, a Roma potranno incontrarsi diverse migliaia di persone per contestare le politiche del governo che sta abbandonando i cittadini al loro destino in un momento particolarmente drammatico. In Piazza del Popolo ci potranno essere, a nostro avviso, anche più di cinquemila persone”.

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *