“Outing” di Nicola Zingaretti: il Pd e la sinistra nel 2021 hanno ridotto in povertà gli italiani

pasqua in povertà (2)

Ennesimo autogol, o fesseria, di Nicola Zingaretti. Ieri se ne esce su twitter con il seguente cinguettio: “Dati Censis 2022: il 37% delle persone ha ridotto la qualità del cibo, il 46% tra i reddito bassi, il 22% tra i redditi più alti. Semplicemente perché sia ancora una volta chiara la verità e la distanza tra il Governo della destra e la vita delle persone”. Ma questo ci fa o ci è? E pensare che è stato il segretario del Pd e addirittura il governatore della Regione Lazio, situazione in cui deve ancora spiegare una serie di cose ai cittadini.

Comunque il punto non è questo, denuncia il collega Giorgio La Porta su Twitter, Il punto è che quei dati ovviamente si riferiscono al 2021, quando al governo dell’Italia c’erano i suoi amici e alla Pisana lui. In pratica Zingaretti ammette che il Pd e soci hanno abbasstato la qualità della vita e quindi del cibo degli italiani. Contento lui…

La povertà incrementata dalla sinistra, malgrado il reddito di cittadinanza

Ammette che la povertà l’hanno molto incrementata loro di sinistra, e che quindi probabilmente è per questo motivo che gli italiani votarono in massa la destra, che alla fine non è così lontana dalla gente come millanta Zingaretti. E’ il Pd oggi più che mai lontano dal popolo, come hanno dimostrato non solo le elezioni politiche del settembre scorso, ma anche tutte quelle che seguirono, in Italia e anche all’estero. La questione è quasi psichiatrica: il Pd e tutta la sinistra non si sono ancora ripresi dalla raffica di sconfitte – meritatissime – subite, e non riescono a rialzarsi. Adesso poi stanno accusando il governo Meloni persino dell’aumento dei clandestini che illegalmente si riversano in Italia, aiutati dai loro (della sinistra) amici delle ong, che hanno improvvisamente ripreso verve.

Perché Zingaretti non esulta per l’arrivo illegale di sempre più clandestini?

Ma come? Zingaretti e compagni non dovrebbero essere contenti dell’arrivo dei loro fratelli clandestini, che hanno incoraggiato in tutti i modi a venire in Italia negli anni scorsi? Ora che la grande invasione da loro auspicata e favorita si sta realizzando dovrebbero esultare. Ci fu pure quello del Pd che andò su una nava ong frignando per le condizioni dei clandestini… Il piano per mettere in difficoltà il governo della destra patriottica è scattato in tutta Europa e le multinazionali progressiste stanno riversando soldi e risorse per aumentare il traffico degli schiavi tanto caro alle sinistre, anche se non ai loro sindaci. Tranquilli, ci vorrà del tempo ma l’Italia respingerà questa ondata illegale e fuorilegge di clandestini, mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale agli italiani: mai più fuorilegge non invitati.

Per approfondire