Parla il leghista eletto a Lampedusa: “Ma quale accoglienza, qui è tutto business…”

roma sbarchi clandestini (2)

“A Lampedusa non c’è alcuna accoglienza per i migranti, la mia isola è solo il centro del business della sinistra e delle Ong”. Attilio Lucia, leghista dal 2018, è risultato il terzo più votato nella lista civica ‘L’Alternativa c’è’ (367 voti) che ha vinto a Lampedusa scalzando il primo cittadino uscente Salvatore Martello. Ora Lucia si prepara al giuramento in Comune. “Credo proprio – dice all’AdnKronos – che avrò un ruolo in giunta, anche Salvini mi ha chiamato per farmi i complimenti”. Intanto ribadisce la linea, assicurando che lui “mi butterei in mano per salvare vite umane, ma qui si tratta di un business, di gente che certo non fugge dalla guerra”.

“Finiamola con la favola di Lampedusa porto sicuro”

“Sono leghista da 4 anni – racconta il 37enne lampedusano – e la politica per me è nata con la Lega, sono in linea con il segretario Salvini, per me gli sbarchi nell’isola, non sono altro che una forma di business”. Da anni Lucia gira l’isola e filma quanto avviene nel centro di accoglienza. “Qui chi arriva viene trattato come un sacco di patate, messo a mangiare a terra”. “Dove ci dovrebbero stare meno di 300 persone ce ne sono dieci volte tante”, accusa. Per lui deve finire la storia di “Lampedusa porto sicuro”. “Io sono contro le Ong, che ci scelgono, che ci buttano addosso questa patate bollente”, scandisce: “Troppo facile dire che siamo un porto sicuro, ci lascino in pace, fuori dal loro business”.

“Il processo a Salvini? Vogliono solo farlo fuori”

“Io – ricorda Lucia all’Adnkronos – ero in prima fila a protestare contro Carola Rackete, lei che è tedesca vada a comandare a casa sua, non qui”. Poi il leghista di Lampedusa rivolge un pensiero a Salvini, in queste ore a processo a Palermo per la vicenda Open Arms. “Una cavolata mandare a processo Salvini, spendere soldi, mentre lui voleva solo difendere l’Italia. Lo vogliono fare fuori, lui aveva stoppato l’immigrazione, con lui Lampedusa aveva iniziato a respirare, negli ultimi due anni invece abbiamo avuto oltre 60 mila sbarchi. E questo alla sinistra non va bene, vogliono continuare il loro business”.

Per approfondire