Parte da Roma la denuncia del popolo contro Conte (video)

Denuncia Conte

Non si scherza più, ora partono le denunce vere e proprie contro Giuseppe Conte. Chi ogni giorno ci scrive dicendo “facciamo qualcosa”, ecco quello che bisogna apprestarsi a fare. Da Roma parte una iniziativa fortissima: mercoledì alle 12 almeno tremila cittadini in tutta Italia depositeranno una denuncia-querela (non un semplice esposto) nei confronti del premier.

C’è anche l’autocertificazione – qui sopra – e basterà mettersi in contatto con lo studio dell’avvocato romano Edoardo Polacco. Presso qualsiasi commissariato di polizia, comando dei carabinieri, procura della Repubblica, si potrà depositare a propria firma la denuncia (che si trova qui) per far indagare chi ci sta turlupinando.

La denuncia contro Conte

Si tratta di un formidabile atto di democrazia riconquistata dal cittadino. Quali sono i reati per i quali si denuncia Conte? Eccoli, ben specificati: art. 283 cp (attentato contro la Costituzione dello Stato), art. 323 cp co.2 (abuso d’ufficio), art. 610 (violenza privata). Almeno cinque anni il primo reato; da uno a quattro anni il secondo; fino a quattro anni per il terzo. Ne vale la pena, per come ci sta trattando.

Conte e il suo governo hanno violato una serie di norme, tutte elencate dalla denuncia preparata dall’avv. Polacco, a partire da quelle costituzionali.

art. 13

La libertà personale è inviolabile

art. 16

Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza.

Art. 19

Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto

Art. 20

Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d’una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative

Art. 25.

Nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito per legge. Nessuno può essere punito se non in forza di una legge

Art. 33

La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.

E’ prescritto un esame di Stato per l’ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale.

Tutti gli atti emanati

La denuncia ripercorre i vari atti emanati dalla proclamazione dello stato di emergenza ad oggi e indica la compressione dei diritti di ciascun cittadino.

La mole normativa e’ giudicata “assolutamente ondivaga, incerta, contraddittoria nei suoi presupposti scientifici, e ha creato un danno incalcolabile” a ogni persona, anche in termini di vita di relazione.

La denuncia può essere presentata da ogni cittadino italiano. Perché la misura è colma ed è sempre più forte la sensazione di trovarci di fronte ad una sorta di “dittatura dolce”, non riconosciuta come tale; ma resta una democrazia negata e percepita da tutti come fortemente invasiva delle nostre libertà.

Qui sotto pubblichiamo il video con cui ieri l’avv. Polacco ha voluto illustrare l’iniziativa. Vale la pena di ascoltare questi dieci minuti e di diffondere la denuncia: chissà quanti italiani avranno il coraggio di mettere la loro firma per denunciare Giuseppe Conte.

Avv. Edoardo Polacco: Il popolo denuncia il governo

Pubblicato da Edoardo Polacco su Lunedì 27 aprile 2020

 

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

  • Alessandro scrive:

    Scusate, io non sono un avvocato, sicuramente non sono sinistro e ancora più sicuramente non sono fan di Giuseppì ma, cito:

    “art. 16

    Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza.”

    “motivi di sanità e sicurezza”

    Direi che in questo caso ci siano entrambi i requisiti, poi, ripeto, io non sono un avvocato né un “uomo di legge”, posso sbagliarmi.

    • Francesco Storace scrive:

      La legge, non atti amministrativi…

  • Gianmarco Firenze scrive:

    Come faccio ad aderire, a sottoscrivere l’iniziativa contro questi infami? Fate una class action, o una raccolta firme?

    • Francesco Storace scrive:

      Nell’articolo c’è scritto tutto

  • DAVIDE scrive:

    aggiungerei sicuramente che viene violata la liberta di morire……
    Questo volete dire …… che tutti quelli morti quelli che sarebbero morti in aggiunta……….
    sarebbero stati un giusto tributo .. alle vostre sciocchezze…..
    Avete visto Jhonson o trump…..
    Non sapete nemmeno fare una autocertificazione ai sensi 445
    inizia con :
    IL SOTTOSCRITTO RESIDENTE
    DICHIARA
    CHE SI RECHERA PER I SEGUENTI MOTIVI:
    fIRMATO DALLO SCRIVENTE…..
    vOLEVATE sALVINI …
    AUGURI

  • davide scrive:

    La mole normativa e’ giudicata “assolutamente ondivaga, incerta, contraddittoria nei suoi presupposti scientifici, e ha creato un danno incalcolabile” a ogni persona, anche in termini di vita di relazione.
    Ma chi lo dice chi lo giudica……..
    Forse è incerto anche il virus… sappaimo quando finira se finira….

  • Barbara scrive:

    Salve e grazie per questa opportunità.
    Avrei una domanda: vorrei sapere se l’avv. Polacco, ha già sporto la sua personale denuncia e se, durante questi due mesi, data la situazione di abuso di potere del governo, si è mosso liberamente, essendo nel pieno diritto di farlo, oppure no. E se no, come mai?
    Grazie

  • Ignazio Xaxa scrive:

    Buongiorno, vorrei apporre anche io la mia firma x mandare in galera chi ci sta togliendo la liberta. Come posso fare?