Patassa e Comellini: chi sono i due astronauti italiani pronti per i nuovi viaggi nello spazio

Patassa, Comellini

Ci sono due italiani fra le riserve degli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) pesentati oggi a Parigi. Sono Andrea Patassa, 31 anni di Spoleto e Anthea Comellini, 30 anni, di Chiari in provincia di Brescia. La coppia italiana è stata subito salutata dal presidente Asi, Giorgio Saccoccia, dopo l’annuncio del Dg Esa, Josef Aschbacher, al termine della ministeriale Esa, oggi a Parigi.

L’Agenzia spaziale europea (Esa) ha selezionato 5 nuovi astronauti (2 donne e 3 uomini) e il primo parastronauta con disabilità. I loro nomi sono stati presentati a Parigi dal direttore generale Joseph Aschbacher. I cinque astronauti di carriera, che si addestreranno per le future missioni spaziali, sono: Sophie Adenot (Francia), Pablo Álvarez Fernández (Spagna), Rosemary Coogan (Gran Bretagna), Raphaël Liégeois (Belgio), Marco Sieber (Svizzera). Il primo parastronauta è invece John McFall (Gran Bretagna). “Spero di poter essere di ispirazione per altri”, ha detto. “Voglio dimostrare che la scienza e lo spazio sono per tutti”.

Le prime parole di Patassa e Comellini

Patassa è nato a Spoleto 31 anni fa, si è laureato in Scienze astronautiche nell’Università Federico II di Napoli e poi ha intrapreso la carriera di pilota sperimentale dall’Aeronautica Militare italiana. Per lui lo spazio era finora un sogno nel cassetto: “era realizzabile come diventare Spider-Man”. A motivarlo c’è anche “l’idea dell’esplorazione dell’ignoto, della sfida tecnologica che c’è dietro l’esplorazione spaziale”.

“Provo gratitudine. Le persone che hanno applicato per questa posizione erano 22.000 e molte di queste, pur essendo eccezionali, non sono qui oggi perché non hanno superato la selezione finale. Ci si sente anche fortunati perché essere qui un’occasione unica e un onore. Per il futuro speriamo in un volo”, ha detto Anthea Comellini.

La soddisfazione del ministro Bernini

“Grande emozione e profondo orgoglio per la scelta dell’Esa che ha puntato ancora una volta su nostri giovani talenti. Gli astronauti Andrea Patassa e Anthea Comellini faranno parte delle nove riserve dell’Agenzia spaziale dopo essere stati selezionati tra oltre 22 mila candidati”. Lo dichiara il ministro dell’Universita’ e della ricerca Anna Maria Bernini. “Lo spazio, per il talento italiano, e’ sempre di piu’ senza limiti – aggiunge -. Un messaggio di incoraggiamento per tutti i nostri ragazzi, soprattutto per chi si accinge a scegliere il percorso formativo: in Italia ci sono strutture accademiche d’eccellenza che aspettano solo voi”, conclude Bernini.

 

Per approfondire