Per me la scuola non inizia. La protesta dei bimbi della Artom a Monteverde (video)

Per me la scuola non inizia. Fa tenerezza e rabbia il cartello esposto da una bambina alunna della scuola Artom di via dei Colli Portuensi a Monteverde. Perché l’istituto per ora rimane chiuso, almeno fino al 24 settembre. Ma è il motivo a creare sconcerto e rabbia nelle famiglie. Infatti proprio qui dovranno essere ospitati una parte degli studenti della Girolami, altra scuola del quartiere. Che nella primavera del 2019 aveva subito un crollo di parte del solaio. Sulla solidarietà è bene chiarirlo i genitori sono tutti d’accordo. Ma la cosa grave è che a distanza di un anno e mezzo non ci si ancora un progetto esecutivo. E almeno fino alla primavera del 2021 difficilmente i lavori alla Girolami saranno ultimati. E pensare che ci sono anche i sodi, un milione e mezzo di euro. Messi a disposizione direttamente dal Ministero. Ma evidentemente l’amministrazione non è stata in grado di impegnarli e spenderli in tempi ragionevoli. Così si è chiamata in soccorso la Artom, che però è già piena. Con 108 iscritti su una capienza di 100. Allora per trovare spazi, si è scelto di sacrificare la mensa. E adesso anche il solaio, portando la capienza a 188 alunni. Ma i lavori fatti in fretta e il sovraccarico della struttura non lasciano nessuno tranquillo.

https://monteverde.romatoday.it/monteverde/scuola-girolami-dove-vanno-i-bambini.html

Alla scuola Artom due classi nella mensa e due nel solaio. Ed è rivolta tra i genitori, siamo scuola ‘pollaio’

La nostra scuola è piccolina, e gli spazi sono quelli che sono. Abbiamo accettato il sacrificio di rinunciare alla mensa. Per mettere a disposizione i locali ai bimbi della Girolami. Che ancora per molti mesi rimarrà chiusa. Ma adesso il Municipio vuole adibire ad aule anche il solaio. Ci sembra francamente troppo, diventeremo una scuola ‘pollaio’. Così un genitore arrabbiato e preoccupato, in una dichiarazione rilasciata a Roma Today. E la protesta ha raggiunto anche l’Ufficio speciale per le politiche abitative alla Garbatella. Con quattro classi in più sfioreremo i 200 alunni, quasi il doppio di quanto previsto hanno fatto notare dalla Artom. E nonostante il tempo che hanno avuto Comune e Municipio si sono ridotti all’ultimo. Perché ancora i lavori non sono ultimati e mancano i banchi. Poi bisognerà igienizzare tutto. E avere rassicurazioni sulle verifiche statiche dell’edificio. Intanto si aprirà il 24 e senza la mensa. E il danno e’gia fatto. Ma la cosa grave è che nessuno ci ha interpellato, conclude il genitore intervistato. E certamente non è questo il modo di trattare i cittadini. Visto che almeno noi, pazienza e buona volontà ce le abbiamo sempre messe.

https://www.romatoday.it/attualita/video-scuola-artom-monteverde-non-apre-protesta-bambini.html

Pubblicato da Sergio Marchi su Martedì 15 settembre 2020

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *