Per un giorno la politica lascia i palazzi del potere e omaggia David Sassoli alla camera ardente

sassoli camera ardente (2)

Sergio Mattarella è stato il primo, stamattina, a rendere omaggio alla camera ardente di David Sassoli in Campidoglio. Ad accogliere il capo dello Stato, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Per restare alle istituzioni, anche il premier Mario Draghi e i presidenti del Parlamento Roberto Fico e Elisabetta Casellati hanno voluto abbracciare la famiglia del presidente dell’Europarlamento, moglie e figli, presenti. Ma tutto il mondo politico, senza distinzioni, ha voluto salutare per l’ultima volta Sassoli prima dei funerali di Stato, in programma per domani alla basilica di santa Maria degli angeli a Roma. Tra i primi ad arrivare alla Protomoteca Nicola Zingaretti e poi Giuseppe Conte, con Goffredo Bettini. Un attimo prima era stato Massimo D’Alema a mettersi ordinatamente in fila per esprimere il suo cordoglio alla famiglia.

Forza Italia si è presentato con una delegazione composta da Antonio Tajani e i capigruppo Bernini e Barelli. Più tardi, è arrivata anche Maria Stella Gelmini. Oltre a Nicola Fratoianni e Dario Nardella, anche Mario Monti ha salutato il feretro. E lo stesso, stringendo la famiglia Sassoli, hanno fatto Walter Veltroni e Gianni Letta. Il Pd, il partito di Sassoli, è stata la forza politica più numerosa tra le tante. I gruppi di Camera e Senato erano presenti con in testa le presidenti Debora Serracchiani e Simona Malpezzi e il segretario Enrico Letta ha guidato una nutrita delegazione di partito. Tra i primi a salire in Campidoglio anche Dario Franceschini.

Roberto Speranza e Pier Luigi Bersani non hanno fatto mancare il proprio saluto. Così come Matteo Salvini e Giorgia Meloni, che si sono messi in fila tra i cittadini che sfilavano davanti al feretro. “Era una persona che aveva rispetto dell’avversario e che sapeva stare al gioco lealmente, e a me mancherà. Fossero tutti così gli avversari, il gioco della politica sarebbe molto più alto”, ha detto la leader di FdI. Matteo Renzi ha guidato la delegazione di Iv, con Ettore Rosato, Teresa Bellanova, Elena Bonetti e Maria Elena Boschi. Tantissimi, sono stati i parlamentari e gli esponenti politici di tutti gli schieramenti che hanno ingrossato la lunga fila di cittadini in attesa di dare l’ultimo saluto al presidente dell’Europarlamento. Politica ma non solo. Anche il capo della Polizia, Lamberto Giannini, tra i tanti, ha voluto rendere omaggio a Sassoli.

Per approfondire