Piazza Scotti, la nuova viabilità della Raggi a Monteverde scontenta tutti

In partenza questa settimana i lavoro di rifacimento di Piazza Scotti nel quartiere di Monteverde Nuovo. Ma i cittadini si sollevano in massa contro la nuova viabilità da incubo. La piazza è un importante crocevia tra la Circonvallazione Gianicolense e Via dei Colli Portuensi. E per quanto non godesse di una architettura da urlo, la rotonda centrale per lo smistamento del traffico ha sempre funzionato bene. Così dicono i residenti mentre prendono il caffè in un bar limitrofo. Nel resto del mondo aumentano l’utilizzo delle rotonde e noi le poche che abbiamo le togliamo. E nessuno ha avvertito i cittadini dei cambi di direzione delle strade adiacenti. Come via di Monteverde che è diventata a senso unico. Un pezzo a scendere e un pezzo a salire. E così ci sono stati già due incidenti. Nonostante i cartelli che indicano il cambio di viabilità della strada. Inoltre, non potendo più scendere dalla Circonvallazione su Piazza Scotti e imboccare le più trafficate via Jenner e via dei Colli Portuensi, si è costretti a fare il giro per la Piazzetta della Trasfigurazione. Il che provoca file di automobili nelle ore non di punta. Non vogliamo nemmeno immaginare che cosa succederà a settembre con l’inizio delle lezioni scolastiche. Dal momento che questo percorso dovrebbero seguirlo anche gli autobus di linea che portano i ragazzi a scuola.

Ancora non sono iniziati i lavori a Piazza Scotti e ci sono già traffico e caos

Secondo il piano del Comune la nuova viabilità sostenibile è prevista restringendo la carreggiata. Il progetto è stato fortemente voluto dall’Amministrazione 5Stelle in accordo con il Municipio. E prevede una spesa di circa 900mila euro. Per attuare un’area semi-pedonale, in armonia con il Piano Generale della Mobilità sostenibile di Roma Capitale. Che prevede la promozione di isole ambientali e riqualificazione degli spazi urbani. A piazza Scotti non si potrà però ottenere un’area completamente pedonale (come prevedeva il piano iniziale dell’assessore Chiara Ortolani). Bocciato dalle opposizioni in commissione e fatto ritirare. Si prevede infatti solo di allargare l’aiuola centrale e farla diventare a forma di ellisse. Una restrizione della carreggiata di marcia e un innalzamento delle quote della piazza tramite scivoli presso tutti gli accessi. L’edicola dei giornali verrà posta all’interno dell’aiuola. Gli scoli dell’acqua piovana saranno modificati per evitare inondamenti delle strade e della piazza. È previsto anche un tratto con i parcheggi a spina. E la viabilità tra via Jenner e via Valtellina sarà modificata eliminando la rotonda spartitraffico. Intanto però il traffico è aumentato e la gente è confusa. E siamo solo a fine luglio. Speriamo che questo non sia il piano definitivo, con un percorso definito “assurdo” da residenti e negozianti. Perché non si può testare in estate un piano di viabilità senza traffico e pensare che possa andare bene anche nella normalità quotidiana con scuole e uffici aperti.

Nonostante l’opposizione della Lega, di Forza Italia e del PD il progetto va avanti.

Le opposizioni in Municipio capeggiate dalla Lega sono già in movimento. Lamentano di non essere state coinvolte nell’ultima Conferenza dei servizi che avrebbe stravolto il progetto iniziale. Abbiamo lanciato una petizione popolare per chiedere il ripristino dei flussi circolatori che ha già raggiunto 400 firme in soli due giorni. Così commentano  in una nota congiunta Picone e Giudici, consiglieri della Lega nel Municipio XII. A riprova che il progetto dei grillini è scellerato. Ma i 5 Stelle si ritrovano contro anche il PD. Che boccia l’opera senza riserve. E la definisce un progetto non condiviso che creerà solo problemi ai cittadini. Mentre il presidente dei 5Stelle in commissione Urbanistica promette che il progetto della nuova viabilità sarà testato fino a Ottobre inoltrato per verificarne l’efficacia. Quindi i residenti e i commercianti di Monteverde Nuovo possono stare tranquilli. Perché i disagi continueranno ad aumentare almeno per i prossimi tre mesi. Senza soluzione di continuità.

http://monteverde.romatoday.it/monteverde/piazza-scotti-modifiche-viabilita.html

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

  • giovanni scrive:

    A Piazza Scotti traffico e caos lo hanno storicamente fatto solo i cittadini che con estrema protervia hanno sempre e comunque parcheggiato in doppia fila o alla fermata del bus. La mattina chi deve attraversare la piazza in macchina per andare al lavoro si trovava regolarmente la circolazione bloccata da nullafacenti che a tutti i costi devono prendere il caffè al bar. Andandoci con la macchina. Cittadini e commercianti farebbero bene a pensare due volte e soprattutto a pensare ai loro comportamenti prima di protestare…Roma non può più permettersi di rimanere in ostaggio della maleducazione dei suoi abitanti!