Porchetta di Ariccia: il ministero della Salute fa ritirare un lotto

porchetta Ariccia

Allarme sicurezza alimentare per uno dei prodotti tipici della ristorazione e della buona tavola laziale: la porchetta di Ariccia. L’allarme è arrivato in queste ore dal ministero della Salute.

Il ministero ha disposto il ritiro della Porchetta di Ariccia Igp venduta affettata e in confezioni sotto vuoto a marchio FA.LU.CIOLI srl. L’avviso di richiamo per possibile rischio microbiologico per i consumatori è stato disposto in via precauzionale dallo stesso produttore per il rischio microbiologico dovuto a possibile presenza di Listeria Monocytogenes. Il produttore si è già adoperato al richiamo dei pezzi del lotto invenduti, invitando chi avesse l’avesse già comprata a non mangiarla. 

Rischio listeriosi

L’infezione da listeria si può rilevare anche in un’ampia varietà di cibi crudi, come carni non ben cotte e verdure crude, prodotti lattiero-caseari preparati con latte non pastorizzato. Come la maggior parte dei batteri, viene eliminata dai processi di pastorizzazione e cottura. L’infezione può manifestarsi sotto due forme:
La forma tipica delle tossinfezioni alimentari, che si manifesta nel giro di poche ore dall’ingestione, che provoca diarrea;
La forma invasiva, detta anche “sistemica”, che dall’intestino passa nel sangue e si diffonde nell’organismo, arrivando al sistema nervoso, dando vita a encefaliti e meningiti e forme acute di sepsi. In questo secondo caso tra l’ingestione del cibo contaminato e la manifestazione dei sintomi può passareun mese (ma in alcuni casi si può arrivare anche a tre mesi).
I soggetti più a rischio sono le persone con compromissione del sistema immunitario: malati di cancro, di diabete, di Aids, le persone anziane e i neonati. Particolarmente a rischio risultano le donne in gravidanza: l’infezione da Listeria può infatti causare aborto spontaneo, parto prematuro, morte in utero o infezione del feto.

La porchetta di Ariccia

Saporita, croccante, e profumata, la porchetta rappresenta al meglio il territorio di Roma, in particolare la zona di Ariccia e dei Castelli Romani.

Il lotto delle confezioni sotto vuoto a marchio FA.LU.CIOLI srl. interessato dal provvedimento è il numero 270721 con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 25 ottobre 2021.

Per approfondire