Premio Siae a Citto Maselli e a Stefano Sollima (regista di “Suburra” e “Romanzo criminale”)

Premio Siae, Maselli Sollima

Premio Siae alla carriera per due protagonisti del cinema italiano, chiamati a raccogliere il testimone di Ferzan Ozpetek premiato lo scorso anno: il riconoscimento va ora a Citto Maselli e Stefano Sollima. La consegna del riconoscimento a Sollima e Maselli avverrà a Venezia, in Sala Perla rispettivamente sabato 5 settembre alle 11.30 e mercoledì 8 settembre alle 10, nell’ambito della Mostra del Cinema.

Premio Siae al regista dell’impegno politico

“La Siae ha motivato così il premio per Maselli: “Partito al fianco di Michelangelo Antonioni, Citto Maselli ha attraversato, lasciando un’impronta personale, politica, culturale e sociale, il cinema, il teatro e la televisione, lavorando con i più grandi, da Zavattini a Visconti. Omaggiato quest’anno anche dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, dove più volte è stato applaudito protagonista, è stato ed è testimone di una rivoluzione che oggi come allora considera necessaria, per il cinema e per il Paese. Fondamentale inoltre il suo ruolo a capo dell’Associazione Nazionale Autori Cinematografici”.

“Da sempre ho considerato la Siae una realtà di particolare importanza e un presidio della creatività degli autori – ha dichiarato Maselli – Dunque, per me è un premio particolarmente importante di cui sono davvero onorato”.

Sollima, da Suburra al cinema di Hollywood

Nella motivazione al premio per Sollima, la Siae scrive che “il suo nome è arrivato al successo nazionale per serie diventate di culto come ‘Romanzo Criminale’ e ‘Gomorra’ e con i film ‘Suburra’ e Acab – All Cops Are Bastards’. Stefano Sollima è cresciuto professionalmente sul set dei film del padre Sergio e da autodidatta ha imparato a raccontare le dinamiche socioculturali con particolare realismo e disinvoltura di linguaggi, sapendo comunicare trasversalmente con tutte le generazioni di spettatori”.

“Negli anni passati – ha ricordato Sollima – molti amici e colleghi che stimo hanno ricevuto lo stesso premio ed è un onore per me poter affiancare questa meravigliosa compagnia di artisti. Per questo Premio e per l’impegno che mette nella protezione dell’atto creativo, ringrazio profondamente la Siae e Anac e 100 Autori che organizzano le Giornate degli Autori”.

Per approfondire