Raggi, multate i monopattini sono pericolosi. Fantastico, li ha voluti lei

Ormai a Roma può succedere di tutto. D’altronde lo aveva detto qualche settimana fa anche il presidente della commissione mobilità Enrico Stefano. Grillino come la Raggi, ma critico sulle ultime scelte della sindaca. Come quella di mantenere aperte le ZTL al centro fino a tutto agosto. Si procede a caso, aveva ammonito l’esponente capitolino del M5S. E quando si va avanti senza una rotta, spesso ci si perde. O capita di andare a sbattere. Ora sembra stia succedendo esattamente la stessa cosa sulla telenovela dei monopattini. L’ultima grande passione della Raggi, che si è innamorata perdutamente della mobilità dolce. E di questo simpatico mezzo, che ha le sue potenzialità. Ma che certo non può sostituire l’auto e il trasporto pubblico in una città grande e complessa come Roma. Ne avremo in poco tempo 16 mila, aveva dichiarato trionfalmente la sindaca. Disponibili in diversi quartieri di Roma anche con la formula dello sharing. Peccato però che manchino completamente le regole per portare in sicurezza questi piccoli velocipedi in mezzo al caotico traffico cittadino. Non c’è l’obbligo di indossare il casco per esempio. Ne’di installare frecce o catarifrangenti. Ovviamente niente fari o lucette a led per quando viene buio. Ma soprattutto, il codice della strada il monopattino elettrico non lo contempla proprio. Così ognuno si sente libero di fare quello che vuole.
Raggi, il monopattino elettrico fa il suo primo ferito. Donna investita a Piazza di Spagna

La Raggi cambia idea sui monopattini. Vanno multati e sono pericolosi. Ma non poteva pensarci prima?

I monopattini elettrici tanto voluti dalla sindaca Raggi hanno già fatto diversi feriti in città. A cominciare dalla prima donna travolta qualche giorno fa a Piazza di Spagna. Da un ragazzino adolescente che viaggiava come un missile. Ma ormai è facile vedere questi mezzi un po’ ovunque. Mentre sfrecciano sui marciapiedi o addirittura in mezzo alla strada. Sui lungotevere o nelle arterie più trafficate della capitale. Con rischi altissimi per tutti. Perchè sul monopattino l’equilibrio è instabile. E quasi nessuno indossa caschetto e protezioni. Che d’altronde per questa tipologia di veicolo non sono obbligatori.  Invece c’è il divieto tassativo di andarci in due, ma anche questo sembra essere poco rispettato. Almeno a giudicare dal rodeo che ogni mattina si scatena per Roma. Volete un esempio? Piazza del Popolo, con i piccoli eco scooter utilizzati spesso in tandem. E i pedoni che cercano di schivarli terrorizzati. Ora anche l’assessore alla mobilità Pietro Calabrese se ne è accorto. E ne ha parlato con la Raggi. Che ha chiamato la Polizia municipale. Imponendo di fare più controlli. Magari però ci si poteva pensare prima. Perchè così si è messa a rischio l’incolumità di tutti.

https://www.ilmessaggero.it/roma/news/monopattini_spericolati_cosa_succede_multe_sanzioni_bonus_roma_ultim_ora_news-5305443.html

De Priamo (FDI), subito un regolamento per il monopattino elettrico

Serve subito un regolamento comunale che stabilisca dove si può andare e quello che si può fare con il monopattino elettrico. Come ci si debba proteggere, e che imponga il rispetto del codice della strada. Prima che questi mezzi messi in campo in fretta e furia dalla sindaca Raggi provochino altri feriti. Con il rischio che alla fine ci scappi la tragedia. Questa la posizione ufficiale di Fratelli d’Italia, espressa in un comunicato stampa dal capogruppo capitolino del partito di Giorgia Meloni Andrea De Priamo. D’altronde la stessa Meloni qualche settimana fa aveva sfidato ironicamente la Raggi. Vediamo se ci andrà davvero da casa sua a Ottavia in Campidoglio, aveva dichiarato la leader di FDI. Con la situazione attuale delle strade e le buche di Roma. Ed era stata facile profeta. Perchè il disastro annunciato ora è sotto gli occhi di tutti.

La Raggi insiste con il monopattino. Ci andrà davvero da Ottavia al Campidoglio?

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

  • Andrea scrive:

    Tutto questo succede xké la maggior parte degli italiani sono bastardi per dire poco. 👎😡