Rieti, sgominata dalla polizia banda di spacciatori, tutti nigeriani. Tre arresti

polizia clan spada (2)

Agenti della Squadra Mobile della Questura di Rieti ha arrestato tre cittadini nigeriani. Uno in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere e due nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti della Polizia, lo scorso mese di settembre, hanno intercettato un 26enne nigeriano, residente a Roma. Costui, dopo essersi incontrato con alcuni giovani tossicodipendenti reatini nella centralissima Piazza San Francesco, alla vista degli investigatori reatini, aveva cercato invano di ingoiare alcune dosi di eroina. Gli agenti visto come lo straniero agiva con la complicità di un altro nigeriano di 36 anni. Il quale era solito smerciare delle dosi di eroina all’interno di una abitazione presa in affitto ubicata in una via del quartiere di San Francesco.

Gli spacciatori nigeriani trovati in una casa già nota alla polizia

Questa dimora già nota alla Polizia quale luogo utilizzato per lo spaccio di stupefacenti. Qui gli agenti della Squadra Mobile reatina, la scorsa estate, avevano già effettuato una attività portando all’arresto di altri quattro nigeriani ritenuti responsabili della cessione di un altissimo numero di droga a tossicodipendenti reatini. Il Gip del Tribunale di Rieti ha emesso, nei confronti dei due nigeriani individuati nell’attività di settembre, una ordinanza di custodia cautelare. Accogliendo l’istanza di sequestro preventivo dell’immobile base operativa dello spaccio. Gli investigatori, avvalendosi della collaborazione di una Squadra di Cinofili della Questura di Roma, irrompevano nell’appartamento e rintracciando e arrestando solo uno dei due spacciatori, quello di 36 anni. In quanto il suo più giovane complice aveva fatto perdere le sue tracce.

Uno dei nigeriani è riuscito a fuggire

La perquisizione domiciliare, estesa anche ai limitrofi appartamenti, sempre occupati da cittadini di nazionalità nigeriana,consentiva agli agenti di sequestrare un flacone di metadone. Poi, oltre 25 grammi di eroina, già suddivisi in dosi pronte da spacciare, alcuni grammi di hashish e la somma di circa 3.600 euro probabile provento della loro attività illecita. All’interno degli appartamenti, inoltre, rintracciate due donne ed un uomo, tutti di nazionalità nigeriana, non residenti a Rieti. Che, pertanto, non avendo fornito valide giustificazioni sulla loro presenza in questa provincia, sono stati muniti di Foglio di via obbligatorio. Le persone arrestate, quindi, associat presso la Casa Circondariale di Rieti. Mentre continuano le ricerche della Polizia nei confronti dell’altro nigeriano destinatario della misura restrittiva.

Per approfondire