Ristoratori devastati: Fratelli d’Italia promuove un’azione legale

ristoratori gens trebonia

Fratelli d’Italia promuoverà un’azione legale contro il governo per risarcire i ristoratori “penalizzati dai provvedimenti varati dall’esecutivo” durante la pandemia. Lo ha annunciato il partito guidato da Giorgia Meloni oggi nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio, cui hanno partecipato il capogruppo di Fdi alla Camera Francesco Lollobrigida e i parlamentari Paolo Trancassini, Salvatore Caiata, Marco Osnato e Riccardo Zucconi. Per Trancassini siamo di fronte a una “clamorosa penalizzazione della filiera della ristorazione. Il Cts non ha mai detto che ristoranti sono sicuri a pranzo e non a cena.

I ristoratori: gestito come una barzelletta

E’ una barzelletta. Abbiamo visto che chiudere i ristoranti non è servito a niente e il cashback è stata una contraddizione che sfiora la persecuzione…. Abbiamo per questo lanciato una mail: da oggi – ha spiegato il deputato di Fdi – i nostri coordinamenti provinciali e regionali” chiederanno alle aziende interessate di “dare la delega ai nostri legali e, insieme a noi, intentare questa azione di risarcimento danni”. “Tutta l’attività normativa del governo ha provocato un danno che non va ristorato ma risarcito. Il risarcimento deve essere proporzionale al danno. Conte ha fallito sia come presidente del Consiglio che come avvocato, perché il risarcimento è stato indegno”, ha sottolineato Caiata.

FdI: l’Italia divisa tra garantiti e non garantiti

Il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Lollobrigida ha osservato: “Il governo ha gravi responsabilità verso alcune categorie in particolare. L’Italia non è mai stata divisa in due come oggi, tra garantiti e non garantiti. Lo abbiamo denunciato pubblicamente. Il governo dovrà rispondere di queste responsabilità in sede politica, in Parlamento, ma anche in sede giudiziaria”.

Confesercenti: i ristori non sono arrivati

Protesta anche la Confesercenti. “Siamo a gennaio e i ristori promessi dal governo con il Dl Natale non sono arrivati a nessuno. E’ importante che partano subito i bonifici, perchè il problema liquidità per i ristoratori è sempre più pressante”. Così Giancarlo Banchieri, presidente nazionale di Fiepet Confesercenti, con Adnkronos/Labitalia, lancia l’allarme sui mancati ristori per le imprese dei pubblici esercizi e richiede al governo di “fare subito i bonifici promessi”. “Noi ci aspettavamo di riceverli subito – sottolinea Banchieri – visto che il governo aveva deciso, per la loro definizione, di non aspettare di calcolare le nostre perdite del mese di dicembre. E invece non è arrivato ancora nulla a nessuno e questo è grave”, conclude.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *