Rocca (FDI), rischiamo 2 mila tonnellate di rifiuti per strada a Pasqua

La denuncia arriva da Federico Rocca, componente del direttivo romano di Fratelli d’Italia. Che ha commentato la recente lettera inviata dall’AMA direttamente al Campidoglio. Nella quale dopo la chiusura della discarica di Roccasecca nel frusinate si ribadisce l’emergenza nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti della Capitale. Una situazione già nota da tempo, che però le ultime vicende hanno bruscamente peggiorato. Ricapitolando, Malagrotta e Roccasecca sono chiuse. Anche se per quest’ultima la Regione starebbe ragionando per autorizzare un ampliamento e un ‘quinto invaso’. L’impianto TMB del nuovo Salario è andato a fuoco, e Rocca Cencia è in parte sequestrata. Inoltre, anche la vicenda di Monte Carnevale ha subito un brusco stop. Con i provvedimenti giudiziari a carico della dirigente regionale Flaminia Tosini e del patron della Mad Valter Lozza. Ci sarebbe sempre Aprilia, con la Rida Ambiente. Che il rifiuto urbano lo può lavorare, disponendo della tecnologia TMB. Ma alla quale le amministrazioni non hanno mai indicato una discarica dedicata dove conferire il residuo.

Insomma, una situazione al collasso. Con l’immondizia di Roma che a costi altissimi va fuori Regione. E nemmeno basta. Perché sembra che le operazioni di svuotamento dei cassonetti in alcuni Municipi della Capitale subiranno un forte rallentamento nei prossimi giorni. Così Fratelli d’Italia passa all’attacco. Denunciando il fallimento delle politiche sui rifiuti  della Raggi, e chiedendo soluzioni immediate. Anche sul piano del decoro urbano e della possibile emergenza sanitaria.

Rifiuti, sulle discariche il TAR del Lazio ‘commissaria’ Zingaretti

La denuncia di Federico Rocca, paghiamo tanto e l’immondizia resta per strada

“Quanto comunicato da AMA è gravissimo e non fa che confermare la pessima e fallimentare gestione dei rifiuti da parte del M5S capitolino. Dagli slogan rifiuti zero e raccolta differenziata al 75%, sono arrivati a pochi mesi dalla fine del loro mandato al blocco del servizio di raccolta. E già questo dovrebbe indurre alle dimissioni la Raggi e il management di AMA da lei nominato”. A dichiararlo è Federico Rocca responsabile romano degli enti locali di Fratelli d’Italia. Che in un comunicato stampa prosegue il suo affondo.

“Non bastava il dietrofront sul porta a porta e il ritorno in strada dei cassonetti. Ma ora ci regaleranno una Pasqua d’emergenza per la nostra città. Perché con la chiusura di Roccasecca e in assenza di impianti dove inviare a trattamento 365 tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati, l’AMA dalle 18 di ieri ha comunicato la fortissima se non totale riduzione della raccolta, nei Municipi XI, XII, XIII, XIV. Arrivando a prefigurare oltre 2.000 tonnellate di immondizia in strada entro la giornata di martedì. Con accumuli che non sono dannosi solo dal punto di vista estetico ma soprattutto per l’aspetto igienico sanitario”. E poi l’affondo finale. “Ecco i risultati della mancanza di programmazione e di scelte sbagliate – ha concluso Rocca. Per non parlare della triste vicenda di Monte Carnevale. Sia la Raggi che Zingaretti hanno delle evidenti responsabilità sulla situazione che si è venuta a creare ma a pagare saranno sempre e solo i romani e gli operatori dell’AMA”.

https://www.romadailynews.it/politica/fdi-monte-carnevale-regione-lazio-ambigua-0562214/

 

Per approfondire