Roma, 230 incendi in un mese e mezzo: di chi è la colpa?

vigili del fuoco incendi roma

“In queste settimane stiamo assistendo all’aumento di incendi sul territorio di Roma. Un fenomeno impressionante se pensate che, in un mese e mezzo di monitoraggio, la Protezione Civile di Roma Capitale ha registrato circa 230 episodi in tutta la città. I Municipi più colpiti, in particolare, sono i Municipi III, IV, VII, VIII, IX, X, XIII e XIV”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Incendi, la Raggi incontra i responsabili della prevenzione

“Nei giorni scorsi – continua Raggi – ho incontrato il nuovo comandante dei Vigili del Fuoco di Roma Francesco Notaro, il comandante della Polizia Locale di Roma Capitale Stefano Napoli ed il direttore ad interim della Direzione Protezione Civile di Roma Capitale Giuseppe Morabito. Abbiamo parlato di come coordinare al meglio le forze per potenziare l’attività di prevenzione contro gli incendi. Grazie al lavoro condiviso si avrà una mappa delle zone più colpite dai roghi.

Anche i droni nella lotta ai roghi

Il numero delle squadre della Protezione Civile, che già oggi supportano i Vigili del Fuoco, sarà potenziato. Inoltre saranno messi a disposizione della Polizia Locale droni di ultima generazione per individuare e identificare possibili piromani. Più volte, infatti, i roghi vengono creati da criminali ambientali che smaltiscono in questo modo rifiuti ingombranti o che estraggono le parti metalliche dalla combustione degli elettrodomestici. Per poi rivenderle sul mercato nero”.

Il Campidoglio denuncia: molti incendi sono dolosi

Ma il Campidoglio denuncia qualcosa di più grave. A poco più di un mese dall’attivazione del Piano Antincendio di Roma Capitale gli interventi effettuati nel territorio comunale sono stati decine e decine. D’altronde, la stragrande maggioranza degli incendi di questi giorni è di origine dolosa – spiega l’assessore alle Politiche del Verde, Laura Fiorini -. Piromani in azione al Parco degli Acquedotti, Municipio VII, al Parco della Madonnetta, Municipio X, al Parco De Chirico, Municipio V, sfalciato e pulito pochi giorni prima dell’incendio e al Parco Campagna di Spinaceto, Municipio IX, dove è stata rinvenuta una tanica con materiale infiammabile”.

Incendiati anche veicoli rubati

Pochi giorni fa infatti il comune ha rimosso alcuni motoveicoli abbandonati all’interno del Parco degli Acquedotti, tra i quali anche una carcassa di un mezzo incendiato e sul quale sono in corso ulteriori accertamenti. Attivato l’iter di legge previsto per la rimozione, ieri gli agenti del Nad (Nucleo Ambiente Decoro) e del VII Gruppo Tuscolano della Polizia Locale hanno potuto iniziare a rimuovere gli scooter dall’area per trasferirli in un deposito autorizzato. L’intervento è avvenuto in collaborazione con un’organizzazione di volontari impegnata nella lotta al degrado.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *