Rugby, arriva l’Irlanda. La promessa degli azzurri: “Vogliamo rendervi orgogliosi”

bigi foto

Dopo le sconfitte con Francia e Inghilterra, vigilia della terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2021 per gli azzurri del rugby, che domani, sabato, allo Stadio Olimpico di Roma (ore 15.15) sfiderà l’Irlanda, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Il ct azzurro del rugby: “Dovremo essere imprevedibili”

“Quella di domani sarà una battaglia contro una squadra piena di voglia. Noi siamo ben preparati per questo incontro – ha esordito il ct della Nazionale Franco Smith nella conferenza stampa alla vigilia del match – e ogni settimana il lavoro fatto qui in allenamento migliora giorno dopo giorno. Entriamo sempre in campo per vincere in ogni partita.
E’ uno dei nostri obiettivi. Essere competitivi in ogni match che affrontiamo”. “Nel nostro gioco ci sono due fasi che vanno evidenziate. Gioco con palla in mano in attacco e senza palla in mano in difesa. Proviamo a concretizzare maggiormente tutte le azioni che creiamo per aumentare la pressione sulla squadra avversaria. Vogliamo essere più imprevedibili in attacco e i giocatori sono in linea con questa mentalita’”.

Domani alle 15,15 in diretta tv su Dmax

“La touche e il gioco al piede saranno due degli aspetti importanti nella partita contro l’Irlanda. Sappiamo che sono forti in questi due fondamentali”, ha concluso Smith. “Abbiamo avuto due giorni in più di lavoro per preparare questa partita con il raduno iniziato giovedì della scorsa settimana. La partita contro l’Inghilterra – ha dichiarato il tallonatore e capitano azzurro Luca Bigi – Dal punto di vista del punteggio, ovviamente, non ci ha soddisfatto ma ci ha dato maggiore consapevolezza in quello che possiamo fare e nel nostro gioco. Vogliamo affrontare a viso aperto l’Irlanda in casa nostra. E’ stata una bella settimana di lavoro: vogliamo rendere orgogliosi e fieri di noi le nostre famiglie e i tifosi a casa”. “L’Irlanda ha giocatori che affrontiamo ogni settimana in Pro14. Sappiamo quello che ci aspetta domani e vogliamo aggiungere un nuovo step nel nostro percorso di crescita”, ha concluso il 29enne reggiano delle Zebre.

Per approfondire