San Giovanni, è rivolta contro la ciclabile della Raggi

Foto Roma Today. Ormai è una vera e propria rivolta contro la nuova pista ciclabile voluta dalla sindaca Raggi a San Giovanni. A protestare sono innanzi tutto i cittadini di via Taranto e via La Spezia, che adesso si ritrovano sommersi dal traffico. Perché secondo quanto denunciano in rete le associazioni dei residenti, le corsie riservate alle auto si sono notevolmente ristrette. E adesso gli incolonnamenti assomigliano ogni mattina a un girone infernale. Stessa cosa per i parcheggi a raso, che in alcuni casi hanno dovuto lasciare il posto alla striscia di asfalto rossa riservata alle bici. In realtà quello che più disturba i cittadini è la mancanza di una progettualità complessiva. Qui la ciclabile sembra nascere e finire nel nulla, hanno dichiarato gli abitanti del quartiere a Roma Today. Chiaro il riferimento al mancato completamento della corsia protetta su via Tuscolana. Che avrebbe dovuto portare la mobilità green fino alla porta del Parco degli Acquedotti. Ma dei 150 chilometri di ciclabili promessi, per ora ne sono stati realizzati appena quindici. E la maggior parte semplicemente aggiungendo un po’ di vernice per terra. O sui marciapiedi. Senza vere protezioni per i ciclisti e gli altri utenti della strada. Così molti amanti delle due ruote si sono scoraggiati. E la pista che parte da San Giovanni spesso è semivuota. Pochi vantaggi insomma, e tanti disagi. Con i benefici promessi su traffico e inquinamento che ancora non si vedono.

Sembra un campo di bocce. La protesta dei residenti di San Giovanni contro la nuova ciclabile

In alcuni punti sembra un campo di bocce. Che non fa nessuno e ha il solo pregio di ridurre la carreggiata intasandola. Questi alcuni commenti raccolti da Roma Today. Ed espressi dagli abitanti di via Taranto e via Monza. Che sono inferociti per il modo in cui è stata realizzata la nuova pista ciclabile nel quartiere. Mentre il maggiore decoro e sicurezza promessi  ai residenti sono rimasti solo sulla carta. Anche se questo quadrante di città sarebbe fondamentale per lanciare una mobilità alternativa. Essendo una vera e propria cerniera tra il quadrante nord e quello sud della Capitale. Ma più che i miglioramenti promessi, per ora i residenti hanno notato solo file di auto incolonnate. E chiedono a gran voce che tutto il progetto della viabilità di zona venga rivisto. Ma chissà se giunti quasi a fine mandato qualcuno avrà voglia e tempo per ascoltarli e per metterci mano.

https://www.romatoday.it/zone/sangiovanni/san-giovanni/ciclabile-via-taranto-traffico-proteste.html

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *