Scarafaggi alla Garbatella, la polizia locale chiude un ristorante

nuovo modello polizia locale

Scarafaggi nel magazzino di un ristorante alla Garbatella, quartiere che in questi giorni sta festeggiando il secolo di vita. Condizioni igienico-sanitarie rilevate in cucina e nei bagni, oltreché per la presenza appunto di scarafaggi nel magazzino dove erano stipate le derrate alimentari. Chiuso il ristorante nel quartiere Garbatella a Roma dove agenti del VIII Gruppo ”Tintoretto” della Polizia Locale, insieme a personale della Polizia di Stato e della Asl, hanno controllato anche alcuni altri locali.

Scarafaggi ed etichettature mancanti: due locali chiusi

E il caso scarafaggi non è l’unico. In un altro locale c’erano all’interno dei frigoriferi numerosi prodotti privi dell’etichettatura relativa alla tracciabilità e alla scadenza, ragion per cui sono stati posti sotto sequestro circa 60 chilogrammi di alimenti. Oltre alla chiusura disposta dalla Asl per uno dei due ristoranti, al momento sono state elevate sanzioni per oltre un migliaio di euro. Una cifra che potrebbe aumentare al termine di ulteriori verifiche, tuttora in corso, sui titoli autorizzativi.

Controlli in tutto il quartiere

Contestualmente ai controlli di polizia amministrativa, gli agenti del Gruppo Tintoretto hanno eseguito mirati controlli di Polizia Stradale nelle principali vie del quartiere. Insomma, non bastava il coronavirus per gettare in crisi i locali di Roma. Purtroppo non è la prima volta che i ristoranti o locali in genere sono trovati con delle pecche tali da costringere gli agenti a chiuderli. E capita spesso nelle zone più belle di Roma, come Trastevere, il centro storico e appunto la Garbatella. E mai come in questi giorni sono importanti le condizioni igienche e sanitarie.

Per approfondire